Dal 2006 sono calati i dipendenti, ma non le spese

I numeri della struttura
Oltre 350mila euro per pulizia, manutenzione, vigilanza e cancelleria
Diminuisce il numero dei dipendenti, ma le spese del Pirellino, con il passare degli anni, rimangono praticamente invariate. È sicuramente questo l’aspetto più curioso che balza agli occhi mettendo a confronto i costi 2010 della sede decentrata della Regione Lombardia con quelli del 2006. Anche quattro anni fa, in seguito a un’inchiesta del “Corriere di Como”, vennero infatti pubblicati tutti i numeri riguardanti il funzionamento di quella che da molti viene definita la “cattedrale

nel deserto” di via Einaudi.
E le sorprese, facendo un rapido parallelo, sono numerose. Ai tempi il conto complessivo delle spese del Pirellino ammontava a 2.290.000 di euro contro i 2 milioni del 2010. Primo dato particolare considerando il fatto che nel 2006 i dipendenti erano 53 contro i 38 attuali. Nel 2006 infatti per pagare i 53 dipendenti decentrati si utilizzavano 2.041.000 milioni di euro. Circa 38.509 euro ciascuno. Oggi la cifra a bilancio per pagare gli stipendi dei 38 lavoratori di via Einaudi è pari a 1.671.000 di euro. Ovvero una media di circa 43mila euro annui. E ancora per le spese relative alla gestione del palazzo (comprensive di servizi di pulizia, manutenzione, vigilanza, pagamento delle utenze e cancelleria) oggi si spendono 354mila euro.
Quattro anni fa invece erano circa 250mila gli euro impiegati. Passando infine ai servizi offerti al pubblico, ovvero ai famosi contatti diretti con i cittadini utili a evitare le trasferte a Milano, va sottolineato come nel 2006 furono circa 4.800 gli accessi agli sportelli di via Einaudi contro gli odierni 6.527. Con il passare degli anni, i lavoratori presenti nei 4 piani dell’edificio che si estende su una superficie di 1.800 metri quadrati sono diminuiti. Dagli 80 presenti nel 2001, quando venne inaugurata la struttura, ai 38 di oggi. Un calo nel numero di dipendenti al quale però non sembra essere corrisposta un’analoga diminuzione dei costi.

Fabrizio Barabesi

Nella foto:
La sede comasca della Regione Lombardia costa ogni anno 2 milioni di euro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.