Dalla Brianza alla Nuova Zelanda a piedi: Claudio Moja è in Iran

Claudio Moja

Claudio Moja è in Iran. Prosegue il viaggio del 25enne di Anzano del Parco, che nello scorso mese di aprile è partito dal centro sportivo del paese brianzolo: il suo obiettivo è raggiungere a piedi la Nuova Zelanda.
Un tragitto in cui non è mancata qualche disavventura: al di là dei problemi tecnici al suo carrello (con cui porta gli oggetti che gli servono) e di qualche problema di digestione in situazioni in cui si è dovuto accontentare di cibo e bevande che ha trovato, il momento peggiore è stato in Bosnia, quando Claudio è stato vittima di un tentativo di rapina.
Moja è ad un quarto del percorso. Finora ha attraversato I paesi fino ad ora sono: Italia, Slovenia, Croazia, Bosnia, Montenegro, Kosovo, Macedonia, Bulgaria, Grecia, Turchia, Georgia, Azerbaigian, Armenia e, appunto, Iran.
Non è mancato, qualche settimana fa, un blitz in Italia per il matrimonio della sorella, salvo poi ripartire da dove aveva abbandonato il cammino.
Da qualche giorno Claudio Moja è entrato in Iran dove ha trovato una grande ospitalità. Oggi è atteso nella capitale, Teheran, che raggiungerà in treno. Questo perchè il visto che gli è stato concesso è piuttosto breve e non gli consente di attraversare tutto il territorio a piedi. «Qui sto ricevendo la migliore accoglienza che si possa desiderare. È incredibile – afferma il giovane di Anzano del Parco – Le persone mi invitano a mangiare e a dormire tutti i giorni nelle loro case: sono davvero gentilissimi».
Il comasco, come ammette, dopo l’Armenia – Paese che gli è piaciuto tantissimo – non è in grande forma. «Ha nevicato e valicare a piedi quelle montagne in condizioni non favorevoli mi ha spezzato le ginocchia . aggiunge – In Iran sto soffrendo di qualche problema allo stomaco ma non posso che ribadire il fatto di aver trovato una ospitalità fantastica».
E dopo la terra di Persia, come proseguirà il viaggio di Claudio? «Sto organizzando i visti per Turkmenistan, Uzbekistan, India e Nepal».
Attraverso i social, il suo sito www.claudiomoja.org, Claudio sta documentando con foto e suoi scritti la sua avventura. Dopo aver attraversato l’Asia, l’idea è di prendere la nave da Bali, in Indonesia, per raggiungere l’Australia in nave. Infine, l’ultimo passaggio verso la Nuova Zelanda prima del viaggio di ritorno attraverso la Transiberiana. A quel punto, se tutto andrà come nei programmi, sarà aprile-maggio del 2021.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.