Cronaca

Dalla Champions League al Tribunale. Thiago Motta finisce a processo

altIl centrocampista del Paris Saint Germain e della nazionale in Brasile è imputato per essersi allontanato dal luogo di un incidente che aveva causato a Veniano
Dal Paris Saint Germain e dal match spettacolo contro il Barcellona di martedì sera (vinto per 3-2 dai francesi), all’udienza del tribunale di Como che si è tenuta ieri mattina. Anche se per la verità, l’imputato non si è presentato davanti al giudice lasciandosi rappresentare dal proprio avvocato.
Stiamo parlando del nazionale Thiago Motta, nato in Brasile nel 1982, ma da tempo tinto d’azzurro grazie alla chiamata dell’ex ct Cesare Prandelli. Il centrocampista dell’Italia ai recenti

Mondiali è stato infatti citato a giudizio dalla Procura di Como (pm Antonio Nalesso) per aver causato un incidente stradale il 10 dicembre 2009 e non aver «ottemperato all’obbligo di fermarsi».
La vittima, un 62enne di Guanzate, è stato sentito ieri in aula e ha raccontato quanto accadde quel giorno. Precisando subito una cosa: «Io non sapevo che fosse un giocatore di calcio». Ed in effetti, all’epoca, Thiago Motta era un giocatore dell’Inter diretto alla Pinetina di Appiano Gentile. Sulla strada per il campo di allenamento, alle 9.55 circa – come riportato in denuncia – mentre guidava la sua Volvo Xc 90, andò a sbattere violentemente contro la vettura che lo precedeva, una Fiat Punto Multijet guidata dal 62enne. In seguito all’urto l’auto andò a tamponare una terza vettura e poi urtare il cancello di una abitazione privata.
Il giocatore – stando a quanto raccontato dalla vittima dell’incidente – avrebbe invitato lo stesso a seguirlo alla Pinetina per compilare la constatazione amichevole, perché non aveva tempo da perdere ed era in ritardo. Ed è sempre il 62enne a fare presente come pure altri giocatori dell’Inter, nel frattempo sopraggiunti sul posto dell’incidente, invitarono «inutilmente» il centrocampista a rimanere sul posto «e ad attendere l’arrivo dei carabinieri, onde evitare una probabile denuncia». Come puntualmente poi avvenne. Il fascicolo è così finito in Procura a Como e il pm ha optato per la citazione diretta a giudizio del giocatore in forza al Paris Saint Germain.
Ieri si è tenuta la prima udienza, dove a parlare è stata appunto la vittima. Il processo è stato poi rinviato a dicembre quando verrà sentita come testimone anche la terza persona coinvolta nell’incidente di quella mattina lungo via Dante a Veniano. Quel giorno potrebbe essere anche l’occasione per Thiago Motta di dire la sua su quanto avvenne e raccontare la propria verità sia al giudice sia al pm Luciano Ferrara. Prima che il processo si incanali verso le conclusioni e la sentenza.

M.Pv.

Nella foto:
Thiago Motta ha giocato nell’Inter e nella Nazionale. Oggi è al Paris Saint Germain
2 ottobre 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto