Dalla Cina al Lario

alt

Musica – Il giovane virtuoso dagli occhi a mandorla Chen Guang, allievo di Enrica Ciccarelli, ha scelto di perfezionarsi a Como

Dalla Cina a Como nel segno della grande musica. Chen Guang, giovane pianista cinese nato nell’ottobre 1994, arriva a Como a solo 17 anni. Nell’ultimo biennio ha vissuto a New York per studiare pianoforte alla prestigiosa Juilliard School, dove ha ottenuto il “Pre-College Diploma” nella classe diretta dal maestro Matti Raekallio.
Chen Guang viene da una famiglia composta da musicisti: suo padre insegna pianoforte in Cina e sua madre è docente di storia e si diletta nel pianoforte.

/>Arriva dalla Cina centrale, dove ha cominciato ad applicarsi sul serio allo strumento quando aveva undici anni e, in letteratura e matematica, era già primo della classe, ricevendo premi in gare scolastiche importanti nel suo Paese. «È stato allora che la mia vita ha svoltato – racconta Chen – Ho deciso di far l’esame d’ammissione al Conservatorio di Pechino: solo una manciata di posti e una competizione accanita per accaparrarseli. Ovviamente ho dovuto gettarmi anima e corpo sulla tastiera».
E, a soli 12 anni, Chen è stato ammesso al Conservatorio Centrale di Pechino. Ha scelto di vivere a Como per continuare a studiare con la pianista comasca di fama internazionale Enrica Ciccarelli. Che ha scoperto il talento musicale di Chen Guang durante una sua masterclass a Pechino.
«Chen – dice la musicista – unisce la sicurezza di una tecnica straordinaria ad una profonda sensibilità musicale e al carisma sul palcoscenico».
Sembra molto strano in un momento che molti giovani desiderano abbandonare Italia, invece Chen racconta che a New York gli stimoli erano troppi per un musicista impegnato come lui.
«Invece l’Italia è la culla della musica, per me è come tornare alle origini dell’espressione artistica – dice il giovane pianista dagli occhi a mandorla – Qui sul Lario trovo la serenità e la possibilità di studiare come avrei sempre voluto. Peraltro il pianoforte come strumento musicale autonomo nasce sempre in Italia. E l’idea che il compositore Franz Liszt, da me molto amato, abbia composto bellissime pagine di musica proprio nella “perla del Lario”, ossia a Bellagio, mi commuove».
In Italia Chen ha anche l’opportunità di studiare con tanti altri grandi pianisti. Nel settembre 2011 il famoso Paul Badura Skoda ha detto ad esempio di Chen Guang: «È un pianista dal talento straordinario, dotato di una raffinata sensibilità musicale e di eccezionali capacità tecniche».
Proseguendo gli studi con Enrica Ciccarelli, il giovane cinese in parallelo si è anche perfezionato all’Accademia Pianistica di Imola con Vovka Ashkenazy e nel contempo ha partecipato a vari concorsi internazionali ottenendo sempre ottimi risultati; infatti è stato premiato allo Young Artists Concerto Competition 2009, vincitore del secondo premio (con primo non assegnato) al Concorso Internazionale Città di Cantù 2010, del Premio Confalonieri al Concorso Pozzoli di Seregno 2011, 2° premio al Valsesia Musica 2013 e al Premio Internazionale “Giuliano Pecar”; infine, Primo premio al Concorso Internazionale Skrijabin 2013 a Grosseto.
In Europa, ha debuttato presso la Sala Puccini del Conservatorio di Milano nel 2010 e nel 2011 è esibito a New York al Lincoln Center, mentre a Como ha suonato al Teatro Sociale e al Carducci. Espansione Tv lo ospiterà domani alle 19 nell’ambito del programma Actuality.

Cécile Prakken

Nella foto:
Chen Guang, pianista cinese nato nel 1994. Ha scelta di vivere a Como per continuare a studiare

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.