Dalla guerra nei Balcani alle rapine nelle gioiellerie più famose: quattro arresti a Lugano

Quattro fermi  a Lugano legati alla banda di rapinatori, in particolare formata da ex militari provenienti dai Balcani, denominata “Pink Panthers”, nota per le rapine spettacolari in gioiellerie di tutto il mondo. L’azione della Polizia cantonale, supportata anche dal sistema di videosorveglianza cittadino, ha permesso di sventare una rapina ai danni di una gioielleria nel centro di Lugano. Arrestate quattro persone: un 37enne e un 39enne croati, un 38enne bosniaco  e un 41enne serbo.  “Nel corso dell’operazione sono pure state sequestrate delle armi cariche – spiega la Polizia cantonale nel suo comunicato – a dimostrazione della pericolosità e determinazione dei malviventi nel voler colpire in città”. L’ipotesi di r eato nei confronti degli arrestati è di tentata rapina. L’inchiesta, coordinata dal procuratore pubblico Paolo Bordoli, prosegue anche con l’obiettivo di chiarire l’eventuale coinvolgimento delle persone fermate in altri atti criminali simili avvenuti nel recente passato sia in Ticino sia all’estero, visto che  il gruppo è attivo a livello internazionale.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.