Dalla tassa di soggiorno a Como 810mila euro nel 2018

I turisti in attesa di imbarcarsi

Palazzo Cernezzi ha già concordato la ripartizione con gli albergatori: 400mila per lavori e 400mila euro per iniziative

Per l’anno 2017 i proventi dell’imposta di soggiorno saranno destinati ad attività con finalità di interesse turistico e di promozione del territorio, alla valorizzazione dell’offerta culturale e all’arricchimento della città in senso più ampio – lo fa sapere Palazzo Cernezzi in una nota – Facendo seguito agli accordi presi l’anno scorso tra il Comune di Como e l’associazione Albergatori di Confcommercio Como, si è concordato di concentrare metà del budget disponibile in un unico investimento fisso (che duri nel tempo, di alto valore aggiunto e fortemente riconoscibile) e l’altra metà in spesa corrente (parte per finanziare progetti esistenti e parte per sostenerne di nuovi). L’obiettivo è dare una visione d’insieme alla progettualità destinata al turismo e alla cultura, puntando su iniziative in grado di creare sinergie tra loro e di massimizzare così il risultato. L’investimento infrastrutturale sarà dedicato al tema della luce, per Como patrimonio storico e simbolico con grande potenziale. In particolare l’area dei giardini pubblici e del Tempio Voltiano, cuore della città di Alessandro Volta, verrà riqualificata nel suo complesso con particolare riguardo per l’aspetto illuminotecnico.

“Sulla scorta dell’accordo con gli Albergatori – spiega l’assessore alla Cultura e al Turismo Luigi Cavadini – l’obiettivo principale degli investimenti per il triennio 2016-2018 sono i giardini a lago. Per la quota relativa alle spese correnti, invece, saranno sostenute tutte quelle iniziative che contribuiscono a rendere Como sempre più attrattiva e sempre più bella”.

Imposta di soggiorno Introito previsto per il 2017: 810mila euro, che saranno investiti parte in spese correnti e parte per spese in conto capitale (investimenti). Per la quota destinata agli investimenti (400mila euro in tutto), 300mila euro saranno utilizzati per i lavori ai giardini a lago e gli interventi all’impianto di illuminazione dei giardini a lago, 50mila euro per interventi sulla pavimentazione (giardini a lago e centro storico), 25mila euro per la manutenzione straordinaria di fontane e fontanelle (tra cui, ad esempio, la fontana della passeggiata di Villa Olmo, la fontana di viale Geno, le fontane di piazza Cavour…) e altri 25mila euro, infine, per la segnaletica dei sentieri e degli itinerari turistici. Per la parte corrente, invece, (pari a 410mila euro) 240mila euro saranno destinati a progetti di carattere turistico-culturale (Festival Città della Musica, Festival della Luce, Festival Cinema Noir, Progetto Luce 2.0, Lake Como Film Festival, Parolario, Miniartextil, Wow, Palio del Baradello, Festival Europa in Versi e Premio internazionale di letteratura Città di Como); 55mila euro saranno destinati ad interventi nei Musei Civici, al Museo della seta e alla Cattedrale; 57mila e 500 euro saranno destinati a sostenere progetti turistico-sportivi (Giro di Lombardia e Torneo Tennis Challenger Apt); 55mila euro saranno destinati all’attività degli Info-Point comunali. Una quota di 2500 euro, infine, sarà destinata all’adesione di Villa Olmo all’associazione Grandi Giardini Italiani. La parte dedicata alla spesa corrente è di supporto alle attività che valorizzano l’offerta culturale della città con eventi e manifestazioni che contribuiscono a migliorare e aumentare l’accoglienza turistica e allungarne la stagione, oltre che per iniziative di promozione turistica nell’ambito sportivo e con attività di carattere tecnico-informativo nell’ambito dei servizi di informazione (Info-point).

Articoli correlati