Dante Maffia in Pinacoteca

Dante Maffia Dante Maffia

Giovedì 15 febbraio alle ore 18 presso la Pinacoteca civica di Como sarà possibile incontrare Dante Maffia, che ci parlerà del suo più recente libro di poesia Matera e una donna pubblicato da Terre d’Ulivi editore. L’autore dialogherà con Vincenzo Guarracino e Marco Onofrio, con l’accompagnamento delle note del musicista Xoàn Curiel.

Nell’attesa dell’anno di Matera, che nel 2019 sarà capitale europea della cultura, uno dei suoi più appassionati ammiratori, Dante Maffia, è stato invitato da La Casa della Poesia di Como, a raccontare ai comaschi i segreti del libro che più lo lega alla città dei Sassi.

Silloge poetica, ma ricca di spunti narrativi, “Matera e una donna” è un vero e proprio canzoniere, che racconta la storia d’amore tra l’io narrante, una donna misteriosa e Matera. Città che non solo fa da sfondo alla vicenda ma ne è protagonista, grazie anche alle bellissime fotografie in bianco e nero di Elio Scarciglia, poste a scandire il ritmo di tutto il libro. Una  personalità così forte e distintiva, quella di Matera, da sovrapporsi a quella della donna amata, e capace di aprire il dialogo tra i protagonisti umani alla vicenda della città, al suo carico di memorie, di storia, di dolore e di dimenticanza, fino al recente riconoscimento della sua eccezionale identità. Un’opera intensa e ricca di temi, di cui l’autore, dialogando con i suoi interlocutori, svelerà l’ispirazione, leggendo e commentando le liriche più emozionanti.

Dante Maffia, candidato al Nobel per la letteratura, è  uno degli scrittori e intellettuali italiani di maggiore spessore.  Nato nel 1946 in Calabria,  ha pubblicato oltre cento libri di poesia, narrativa e saggistica, molti dei quali sono stati tradotti in diverse lingue. Ha ricevuto numerosi premi, tra i quali Alfonso Gatto, Viareggio e  Montale Stresa. Ha fondato e diretto due riviste, Il Policordo e Poetica. Ha curato mostre, cataloghi, monografie di importanti pittori e scultori, oltre all’edizione di innumerevoli opere di scrittori di prima grandezza, ed è presente in molte antologie, in Italia e all’estero. Nel 2004 il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi lo ha insignito della medaglia d’oro della Cultura della Presidenza della Repubblica.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.