De Sfroos – A Sanremo tutti lo vogliono

Personaggi – Morandi, i discografici e lo staff premono per averlo all’Ariston in duetto con Irene Fornaciari
Basterà un intero esercito per portare Davide Van De Sfroos a Sanremo? Forse no. Di certo, per ora, c’è solo che tutti stanno lavorando per averlo ancora sul palco dell’Ariston: Gianni Morandi che al Festival l’ha voluto con forza nella scorsa edizione, Irene Fornaciari per cui Davide ha scritto il brano in gara, la casa discografica e ovviamente tutto lo staff del cantautore lariano. La presenza di De Sfroos alla 62ª edizione della kermesse, prevista per venerdì 17 febbraio, giorno dedicato
ai duetti, in attesa di un annuncio ufficiale, resta in bilico.
Il “grande mistero”, parafrasando il titolo del brano che Irene porterà in gara nella Città dei Fiori (Il mio grande mistero), lo scioglierà lo stesso artista nei prossimi giorni. Lui, che non ama la ribalta, si era messo il cuore in pace e concentrato esclusivamente sul concerto che il prossimo 25 febbraio lo riporterà al Forum di Assago. Un evento che sta preparando minuziosamente con i suoi musicisti, per affrontare al meglio una vera e propria seconda invasione (8mila i biglietti già venduti) nel tempio del rock lombardo.
Per quest’anno il Festival di Sanremo De Sfroos lo avrebbe visto volentieri comodamente seduto in poltrona, ascoltando Irene cantare la canzone che ha scritto pensando proprio a lei, figlia di Zucchero. Va ricordato, tanto per riaffermare quanto il personaggio sia resistente alle luci mediatiche, che anche lo scorso anno non fu facile convincerlo ad abbandonare le sue acque dolci per trasferirsi qualche giorno in Riviera. Ci volle tutto il contagioso entusiasmo di Morandi per convincerlo e far approdare Yanez e la sua ciurma di corsari all’Ariston. Fu un successo enorme, oltre ogni aspettativa. Tsunami che non ha travolto il personaggio, consolidandone inevitabilmente il meritato successo, ma che certamente ha rischiato di minare gli equilibri dell’uomo.
Una seconda partecipazione per duettare con Irene suona un po’ come dovuta, visto che la stessa cantante lo accompagnò a Sanremo, cantando addirittura in dialetto laghée, lo scorso anno. Ma la “riserva” di De Sfroos, che tutti sperano di poter sciogliere presto, non è un capriccio. Al Festival già sono bastati quelli di Tamara Ecclestone e la lunga polemica intorno a Celentano. Sanremo è Sanremo, difficile dire no. Anche per De Sfroos?

Maurizio Pratelli

Nella foto:
Irene Fornaciari insieme con Davide Van De Sfroos lo scorso anno a Sanremo

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.