De Sfroos fa festa nel forum stracolmo

 video_clicca_qui
Successo del live ad Assago

Quando il tempio del rock è travolto dall’onda lacustre che accompagna ogni esibizione di Davide Van De Sfroos (ospite venerdì 2 marzo, alle 20.30, nell’Auditorium del Corriere di Como per il terzo appuntamento con gli incontri di “Non sparate sul pianista”), diventa davvero arduo raccontare un concerto. Quando, nel 2008, De Sfroos calcò per la prima volta questo palco, portando con se dodicimila persone, in molti profetizzarono rivoluzioni artistiche. Mica tutti sono in grado di riempire il Forum, quei numeri li fanno Jovanotti, i Coldplay, Paul McCartney e qualche reginetta del pop. Nemmeno l’amato Bob Dylan o l’immortale Prince riescono più nell’impresa. Lo scorso anno, Davide è arrivato a Sanremo e se ne è andato da conquistatore, tanto che illustri commentatori come Mario Luzzatto Fegiz del Corriere della Sera quest’anno hanno rimpianto le scorribande di Yanez sul palco dell’Ariston. Anche dopo questo evento, furono in molti a dire che De Sfroos sarebbe cambiato. Il nuovo sold-out di sabato scorso ad Assago, con il palazzetto letteralmente esaurito in ogni ordine di posto, si presta quindi per qualche obiettiva riflessione. Davide non è mai cambiato, la sua ricetta folk-rock, autentica e genuina, è sempre la stessa; Davide è un uomo d’acqua dolce, incapace di trasformarsi in una star capricciosa; Davide rappresenta l’antidivo per eccellenza.
Quando al Forum, rivolgendosi al pubblico, ha esclamato che “i protagonisti di questa sera siete voi”, diceva esattamente quel che pensa. Era una festa di tutti, e De Sfroos era solo uno degli invitati. Per capire il rapporto tra questo musicista e il suo pubblico, basta pensare a Irene Fornaciari. Quando è salita sul palco per riproporre Yanez e Il mio grande mistero, Irene è stata letteralmente avvolta nella coperta lariana che per un’altra magica notte si è impossessata del Forum.

Nella foto:
Davide Van De Sfroos

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.