Cultura e spettacoli

Davide Van De Sfroos torna al vinile

Musica “made in Lario” – La discografia del menestrello laghée uscirà anche nel vecchio formato “long playing”
Durante il recente concerto al Teatro Sociale di Como, Davide Van De Sfroos ha esibito due vinili a cui tiene molto e che da sempre sono nel suo Dna musicale, soprattutto il primo: Morrison Hotel dei Doors e Please Please Me dei Beatles. Due pietre miliari del rock, due “padelloni” che hanno fatto la storia della musica degli anni ’60 e ’70. Altri tempi, tempi in cui nessuno avrebbe immaginato che il vecchio long playing avrebbe avuto vita breve, soppiantato in un paio di decenni dall’avvento
dell’era digitale.
Messo via troppo in fretta, senza far conto che gli appassionati dell’alta fedeltà non si sarebbero mai rassegnati, da qualche anno il vecchio vinile si sta prendendo le sue belle rivincite. In questo senso arriva proprio in questi giorni la notizia che il management del cantautore lariano ha deciso di ristampare la sua discografia a 33 giri (nella foto, l’ipotesi di una versione “picture disc” dell’ultimo album Yanez lanciato dalla partecipazione al Festival di Sanremo).
Il primo cd che verrà commercializzato in doppio vinile (doppio per contenere tra i suoi solchi tutte le 14 canzoni dell’album) sarà proprio il citato Yanez, la cui uscita nei negozi è prevista per il prossimo giugno. Una bella notizia per tutti i fan del menestrello che da tempo accarezzavano l’idea di mettere sotto la puntina di diamante canzoni affascinanti come La figlia del tenente e di inserire nella loro collezione di album in vinile anche quelli di De Sfroos. Che il fascino per l’oggetto, anche nel tempo degli Mp3, non sia mai morto è un dato di fatto inconfutabile. Tanto è vero che tutte le case discografiche, major o indipendenti che siano, non si limitano più a ristampare in vinile le riedizioni dei dischi più importanti del loro catalogo, ma prevedono il vecchio formato anche per le nuove uscite. Una seconda vita che in molti avevano previsto, soprattutto i milioni di collezionisti sparsi nel mondo che non hanno mai amato il freddo cd e sono rimasti fedeli ai suoni sporchi del piatto. Inevitabilmente, per quanto riguarda De Sfroos, l’operazione prende il via dal disco che ha conquistato Sanremo e dai brani che hanno aiutato il suo primo Best of a prendere corpo. Le canzoni dell’artista di Mezzegra le abbiamo ascoltate in cassetta con Ciulandari e Viiv fin dai primi anni ’90, in cd, a partire dall’ormai introvabile Manicomi del 1995, e in versione Mp3 dalla seconda metà del terzo millennio, insomma da Pica! in poi. Ma mai nessuno si era messo la cuffia o aveva alzato il volume dell’amplificatore per provare l’effetto che fa, ad esempio, Dona Lüseerta in vinile. Di sicuro, l’album che più si presta al calore e ai sapori scuri del giradischi, è il limaccioso Akuaduulza, un disco immerso nel blues della Louisiana che presto avrà la sua “nera”, rivincita. Intanto via la polvere dalle puntine di tutti i desfan, la ciurma di Yanez è quasi pronta anche per questa nuova bella avventura a 33 giri
Buone notizie anche per quel che riguarda l’atteso tour estivo di Davide Van De Sfroos. Terminato quello teatrale con un altro sold-out allo Smeraldo di Milano, il cantautore ripartirà da Osnago il 26 maggio per poi proseguire in tutta Italia. Il suo ritorno in terra lariana è previsto per il 29 giugno quando Davide, forte del successo del suo precedente concerto al Pianella, tornerà nella città del mobile per inaugurare con il suo spettacolo il torneo Cantucky Streetbasket, presso il Centro Sportivo Toto Caimi di Vighizzolo.

Maurizio Pratelli

Nella foto:
De Sfroos con la versione digitale del suo disco
11 maggio 2012

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto