De Sfroos, un Abbondino d’oro meritato

MUSICA, CULTURA E TERRITORIO
Le nostre radici e la musica: un discorso che porterebbe lontano.
Ma le sette note sono legate a figure di riferimento, a divi che fanno sognare e, per quanto riguarda Como, va riconosciuto a Davide Van De Sfroos di aver saputo interpretare il territorio.
Quel che mi piace di lui è che per quanto lo si tiri per la giacchetta lui rimane sempre dritto in piedi, va per la sua strada. Anche quando si è trattato di essere ospite a Sanremo lo ha fatto a modo suo, senza perdere smalto né contenuti.
Ho letto le ultime interviste che ha rilasciato, sul vostro giornale e anche sull’inserto “Sette” del “Corriere della sera” e mi è sembrato un Abbondino d’oro molto meritato quello che il Comune di Como gli ha voluto regalare quest’anno.
Come portavoce dell’eccellenza lariana mi sembra un buon testimonial.
Vi scrivo perché ho un figlio che vuole fare il musicista e sogna già platee mondiali con la sua chitarra anche se per ora si accontenta di una cantina con gli amici.
Vorrei che prendesse spunto da De Sfroos, per costruire una strada passo dopo passo. Poi se arriverà il successo, meglio. Ma l’importante è essere sempre se stessi non trovate anche voi?
Amos Prandini

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.