Cronaca

Degrado ai giardini di via Anzani e petizione contro il campo da calcio

Raccolta firme a Como Borghi
Protesta dei residenti, ma la “Cruyff Court” è prevista in via Leoni
Residenti del quartiere di Como Borghi contro il degrado dei giardini pubblici di via Anzani. La loro preoccupazione e la richiesta di intervenire emergono dal testo di una petizione protocollata ieri a Palazzo Cernezzi. La raccolta di firme ha l’adesione di un centinaio di residenti che hanno sottoscritto una lettera con la quale si oppongono anche «decisamente» alla realizzazione di un piccolo campo da calcio nei giardini di via Anzani.
L’impianto potrebbe sorgere grazie all’ex stella di Ajax e Barcellona (che ha poi anche allenato per anni) Johan Cruyff. Ma è possibile un equivoco sull’ubicazione del campo. La giunta di Palazzo Cernezzi ha infatti di recente varato la realizzazione di un nuovo campo da calcio, ma non nei giardini di via Anzani, bensì nella vicina area verde tra le vie Leoni e dei Mille.
I residenti scrivono di essere contrari alla struttura sportiva per «ovvie ragioni di sicurezza: un campo da calcio significherebbe nuovi schiamazzi e nuovi rischi per i giovani e meno giovani, si pensi ai palloni che potrebbero finire sulla strada colma di traffico». Il campetto verrebbe realizzato dalle Fondazioni Stefano Borgonovo e Johan Cruyff e alla presentazione del progetto dovrebbe partecipare anche Chantal Borgonovo, vedova di Stefano. E non è da escludere che all’inaugurazione della Cruyff Arena possa intervenire pure l’olandese Johan.
Ma torniamo alla petizione. I residenti si rivolgono all’assessore Marcello Iantorno per la sua delega alla Sicurezza, che viene ringraziato «per i numerosi interventi già effettuati nel 2013».
«I giardini pubblici di via Anzani furono creati esclusivamente per il gioco dei bambini – sottolineano i firmatari – Negli ultimi anni, tuttavia, più volte i residenti si sono dovuti lamentare per il grave disturbo arrecato dalla presenza di numerosi adulti assai maleducati, dediti a giochi rumorosi e pericolosi».
«Ora, con il ritorno della bella stagione il fenomeno si sta ripresentando – si legge ancora nella lettera – accentuato dal fatto che l’apertura dello spazio verde è stata ampliata dalle 8 alle 22, orario che, di fatto, non viene rispettato. I giardini rimangono infatti agibili talvolta fino alla mezzanotte e oltre, con gravissimo danno per i residenti».
«Ancora una volta, dunque – prosegue la lettera – i sottoscritti residenti chiedono che chi di dovere faccia rispettare le regole, che lo spazio giochi torni a essere riservato ai minori, che si vietino l’introduzione di bottiglie di vetro e i giochi pericolosi». Una denuncia chiara e circostanziata, anche se rimane il dubbio sul campo da calcio, visto che la futura “Cruyff Court” per Borgonovo dovrebbe sorgere in via Leoni.

Paolo Annoni

Nella foto:
Problemi di convivenza tra i residenti e alcuni frequentatori adulti della vasta area dei giardini pubblici di via Anzani
9 maggio 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto