Delitti letterari, torna il festival di Erba
Cultura e spettacoli

Delitti letterari, torna il festival di Erba

Giunto con successo alla sua 17a edizione, torna il festival di narrativa gialla e noir La Passione per il delitto in programma sabato 27 e domenica 28 ottobre – di incontri letterari, concorsi, cucina in giallo, mostre e musica all’insegna della contaminazione dei generi, all’interno del Centro Espositivo e Congressuale Lariofiere di viale Resegone a Erba.

Più di trenta ospiti in due giorni tra scrittori, giornalisti, saggisti. Una carrellata intensa di autori e libri di genere usciti nell’ultimo anno, affiancati da mostre, spettacoli musicali, concorsi e incursioni culinarie. Il Festival si conferma una delle manifestazioni dedicate alla narrativa di genere più longeve in Italia, la cui prima edizione risale al 2002. Per raccontarlo in numeri, più di 600 sono gli ospiti che hanno presenziato nelle sedici edizioni passate, oltre 70.000 le presenze di pubblico, 250 incontri complessivi con autori italiani e stranieri, 60 laboratori per bambini, 18 mostre d’arte con più di 100 artisti coinvolti. Una storia importante che testimonia l’interesse, ancora forte, per il genere letterario noir e poliziesco che richiama ogni anno numerosi appassionati.

Il programma dell’edizione 2018 è ricco di proposte narrative delle più note case editrici italiane ma anche di piccole ed esordienti, capaci di proporre al mercato e ai lettori nuove voci inedite e interessanti.  Il Festival, oltre ai consueti incontri con gli autori, propone il concorso letterario “Giallo in 300 caratteri” da inviare – entro il 26 ottobre –  all’indirizzo redazione@lapassioneperildelitto.it, indicando nome e cognome dell’autore, oppure alla mail della pagina Facebook del festival. I brevi elaborati dovranno essere composti da 300 battute (spazi inclusi) e dovranno raccontare una microstoria gialla/noir/poliziesca. Le brevi opere saranno votate da una giuria di scrittori e giornalisti e i primi tre classificati saranno premiati in diretta domenica 28 ottobre ottenendo un attestato e buoni per l’acquisto di libri. L’assenza degli autori alla premiazione comporta l’esclusione delle opere dalle votazioni.

L’edizione 2018 si apre sabato 27 ottobre alle ore 11.30 con l’incontro “L’urgenza di raccontare l’attualità. Cronaca e fiction”. Raccontare i temi della più stretta attualità, rispettando i tempi dell’informazione che non sempre consentono approfondimenti e verifiche. Come si può conciliare la necessità di un’informazione corretta con la velocità imposta da web e quotidiani? E come la fiction che attinge dalle cronache si pone il problema di selezionare e verificare le fonti? Intervengono: Claudio Del Frate – giornalista del Corriere della Sera, Paola Barbato – scrittrice, Elisabetta Bucciarelli, scrittrice e giornalista.

Segue, alle 14, l’incontro “Raccontare gli ultimi: il lavoro degli avvocati di strada, il più grande studio legale d’Italia”. È boom di richieste per l’assistenza giuridica gratuita, garantita attraverso associazioni di volontariato che intervengono con progetti di auto aiuto. Un punto di vista sulle vite ai margini, che spesso dimostra come chi vive sulla strada sia più spesso vittima di reato, che non autore. Intervengono: Massimiliano Arena – avvocato, fondatore e responsabile dal 2005 dello sportello degli Avvocati di Strada di Foggia, autore del libro “Io, avvocato di strada”, Roberto Bernasconi – direttore della Caritas di Como, Antonio Lamarucciola, avvocato dell’Osservatorio Migranti di Como, Mauro Migliavada –  giornalista.

Chiude la giornata di sabato alle 16.15 “Rubare l’arte. Indagine giudiziaria, tutela e recupero del patrimonio artistico e culturale italiano”. Quanti e quali sono i reati commessi nel mondo dell’arte? Quali opere vengono prese di mira e come si riesce a recuperarle? con Sergio Banchellini – ex comandante del Nucleo di Tutela del Patrimonio Culturale dei Carabinieri di Monza, Luca Scarlini autore del libro “Il Caravaggio rubato. Mito e cronaca di un furto” (Sellerio editore) e Paola Pioppi – giornalista.

La giornata di domenica 28 ottobre vede sul palco il susseguirsi di incontri con gli autori di genere più influenti su territorio nazionale. Il primo incontro con aperitivo, alle ore 11.00, è con Maurizio De Giovanni (foto) che presenta il suo ultimo libro “Il Purgatorio dell’angelo. Confessioni per il commissario Ricciardi” (Einaudi). Modera Nicoletta Sipos. Segue, alle ore 12.00, l’incontro a tre voci con Deborah Brizzi “La stanza chiusa” (Mondadori), Piero Colaprico “Il fantasma del ponte di ferro” (Rizzoli), Paolo Regina “Morte di un antiquario” (Sem). Modera Mario Consani.

Alle ore 13.00 – con pranzo in giallo servito al pubblico –  salgono sul palco Christian Frascella “Fa troppo freddo per morire” (Einaudi), Margerita Oggero “La vita è un cicles” (Mondadori), Filippo Venturi “Il tortellino muore nel brodo” (Mondadori). Modera Carmen Legnante. Al termine dell’incontro verrà premiato il terzo classificato del concorso “Un giallo in trecento caratteri”. Segue, alle ore 14.00, l’incontro con Romano De Marco “Se la notte ti cerca” (Piemme), Andrea Novelli e Giampaolo Zarini “L’essenza della colpa” (Fratelli Frilli editore), Paola Sironi “Donne che odiano i fiori” (Todaro). Modera Marco Proserpio. Al termine dell’incontro verrà premiato il secondo classificato del concorso “Un giallo in trecento caratteri”. Alle ore 15.00, Paolo Colonnello, autore con Antonio Aloni di “Operazione Mercurio” (Sem), Paolo Moretti “La bambina che disegnava i draghi” (GoWare), Franco Vanni “Il caso Kellan” (Baldini+Castoldi). Con Manuela Lozza. Segue la premiazione del primo classificato del concorso “Un giallo in trecento caratteri”. Alle ore 16.00 salgono sul palco tre autori:  Massimo Marcotullio “Neve sporca” (Todaro), Cecilia Scerbanenco “Il fabbricante di storie. Vita di Giorgio Scerbanenco” (La Nave di Teseo), Valerio Varesi “La paura nell’anima” (Frassinelli). Modera Nicoletta Sipos.

L’ultimo incontro letterario della giornata, alle ore 17.00, è con Andrea Fazioli “Gli svizzeri muoiono felici” (Guanda), Emilio Martini “Il ritorno del Marinero. Le indagini del Commissario Bertè” (Corbaccio), Fabio Stassi “Ogni coincidenza ha un’anima” (Sellerio), e Rosa Teruzzi “Non si uccide per amore” (Sonzogno). Modera Antonella Bavetta.

La diciassettesima edizione del festival si chiude alle 18.00 con lo spettacolo “Sonata Macabra, ovvero un clarinetto per Dylan Dog”. Un’esibizione del tutto originale che abbina un concerto eseguito dal Clarionet Ensemble della Civica Scuola di Musica di Casatenovo alla realizzazione in tempo reale su una lavagna luminosa dei personaggi di Dylan Dog da parte del disegnatore Giampiero Casertano, che regalerà al pubblico bozzetti realizzati in diretta. II repertorio, che va da Mozart ai contemporanei, passando anche dai classici del jazz e della musica leggera valorizza al meglio le particolari sonorità che il coro di clarinetti può offrire. A conclusione della giornata risotto giallo e brindisi per tutti con la chef Federica Camperi.

In sul sito internet www.lapassioneperildelitto.it.

 

22 ottobre 2018

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto