Omicidio di Anzano del Parco: l’udienza slitta ad aprile

L'intervento dei carabinieri

È stata rinviata al 18 aprile l’udienza con il rito Abbreviato che vede come imputato il 24enne di Anzano del Parco, Cristian Gatto, chiamato dalla Procura di Como (pubblico ministero Antonio Nalesso) a rispondere dell’omicidio di Simone Cardullo, 32enne di Albavilla. L’ipotesi di reato è di omicidio volontario e di porto abusivo del coltello con cui vennero inferti i colpi fatali. Uno in particolare – secondo l’autopsia – fu quello che finì con l’uccidere Cardullo, mentre il secondo lo colpì di striscio.
La Procura lariana non ha invece contestato al sospettato l’aggravante della premeditazione.
Il ragazzo ha optato nelle scorse settimane per il rito Abbreviato subordinato all’audizione in aula, di fronte al giudice Maria Luisa Lo Gatto, di un testimone. Si tornerà in aula nel mese di aprile.
L’agguato avvenne sull’uscio di casa di Gatto, ad Anzano del Parco, lo scorso mese di agosto.
Il ferito cercò di allontanarsi in auto ma andò a sbattere e venne soccorso inutilmente dal 118.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.