Delitto di Carugo, Daniela Rho al Bassone

I carabinieri del reparto scientifico impegnati nei rilievi a Carugo dopo l'omicidio di Alfio Molteni

La notifica dell’esecuzione della pena è arrivata. Da ieri pomeriggio, accompagnata dai carabinieri di Cantù, Daniela Rho è rinchiusa nel carcere del Bassone di Albate per scontare la pena di 20 anni per l’omicidio del marito, Alfio Molteni.

La donna era già stata arrestata durante le indagini nei primi giorni di ottobre del 2016, accusata dalla Procura di Como di essere la mente del delitto del marito, architetto freddato (per sbaglio, si scoprirà poi, in quanto doveva essere “solo” gambizzato) sul cancello di casa a Carugo mentre andava a prendere il figlio alla stazione del treno.

Daniela Rho, nell’estate del 2017, era poi uscita dal carcere in seguito al cambio della misura cautelare con i domiciliari con il braccialetto elettronico. La sentenza letta nella serata di lunedì scorso davanti alla Corte di Cassazione di Roma aveva però reso definitivi i 20 anni di reclusione riportando la donna in carcere.
È di quattro anni e tre mesi la pena già scontata dalla moglie dell’architetto di Carugo.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.