Cronaca

DELITTO DI GUANZATE: IL VIDEO DEL RITROVAMENTO DEL CORPO E TUTTI I PARTICOLARI

0ernestoguarda il video

 

Sono particolari drammatici e racapriccianti quelli emersi nella conferenza stampa di oggi in Questura a Como e relativi all’uccisione del 33enne di Fino Mornasco, Ernesto Albanese.

Sei gli arrestati, una persona per occultamento del cadavere, cinque per aver organizzato l’omicidio. Gli esecutori materiali saranno poi soltanto quattro, inquanto un componente della banda era malato quella sera di giugno. Un rito terribile, la punizione dell’ex componente del gruppo criminale, ora in conflitto per un debito di droga e una lite scoppiata all’interno della banda, durante la quale Albanese avrebbe malmenato uno dei suoi futuri carnefici.
L’uccisione di Albanese sarebbe avvenuto in un arco di tempo tra le due e le tre ore dalla prima coltellata. Una lama che i quattro assassini si passavano per sferrare un colpo alla volta, fino al fendente mortale.
Di seguito alcuni particolari del comunicato diffuso oggi dalla Questura di Como.
GLI ARRESTATI
“In data 25 ottobre u.s., a conclusione di una complessa attività investigativa che ha preso avvio lo scorso mese di giugno – si legge nel comunicato diffuso oggi dalla Questura di Como –  sono state eseguite n° 6 custodie cautelari in carcere per i reati di sequestro di persona, omicidio e occultamento di cadavere a carico dei seguenti indagati: Internicola Filippo, nato il 24.08.1972 a Tradate ; Internicola Andrea, nato il 25.06.1968 a Lurago Marinone (CO); Locatelli Rodolfo, nato il 31.01.1975 a Cantu’(CO); Nocera Luciano, nato il 21.10.1968 a Giffone (RC); Virgato Francesco, nato il 08.11.1970 a Mariano Comense (CO) e Melillo Silvano nato il 17.10.1959 a Oleggio (NO)”.
IL MOVENTE
“Il movente dell’omicidio era da ricercarsi in un “debito di droga” tra Albanese Ernesto e Nocera Luciano e nel timore che gli indagati avevano che la vittima, ormai in contrasto con il gruppo, potesse rivelare  alcune situazioni illecite “compromettenti” che vedevano coinvolti gli indagati” si legge ancora.
IL DELITTO
Alla luce di quanto emerso nel corso dell’attività info-investigativa la vicenda può essere sinteticamente riassunta come di seguito.
In data 08.06.2014, Nocera Luciano,Virgato Francesco e Internicola Filippo  incaricavano Locatelli Rodolfo di recarsi a Bulgorello, nei pressi dell’abitazione di Albanese Ernesto al fine di prelevare con la forza quest’ultimo e condurlo in una vicina area  boschiva.
Alle 23:30 circa, individuata la vittima in un parcheggio pubblico del paese, Locatelli lo aveva avvicinato e dopo averlo colpito con un bastone e con due pugni al volto lo aveva costretto a salire a bordo della autovettura di proprietà  della vittima, conducendolo dapprima in zona industriale tra i comuni di cassina Rizzardi (CO) e Guanzate (CO), e successivamente come richiesto da Nocera, Virgato e Internicola Filippo, lo aveva condotto in un bosco sito nel territorio di Guanzate, dove era stato raggiunto da tutto il gruppo, ad eccezione di Internicola Filippo, poiché malato in quel giorno.
Nel luogo indicato, Albanese Ernesto era stato seviziato e tutti i partecipanti, a turno ed utilizzando il medesimo coltello gli avevano inferto gravi ferite – circa trenta coltellate –  in tutto il corpo che, dopo una lenta agonia  ne avevano provocato la morte.
La vittima era stata temporaneamente seppellita nei pressi del luogo in cui era stata uccisa e gli autori si erano prefissati di spostarlo nel pomeriggio seguente.
L’OCCULTAMENTO DEL CADAVERE
Dopo una grigliata di carne, alla sera, gli indagati avevano recuperato il corpo del malcapitato e lo avevano trasportato  a Guanzate,  nel luogo dove è stato rinvenuto dagli investigatori, seppellendolo.
IL VIDEO
Oggi possiamo mostrarvi le operazioni di recupero del corpo di Albanese, nel video girato dalla polizia di Stato.

TUTTI GLI APPROFONDIMENTI SUL CORRIERE DI COMO IN EDICOLA DOMANI, MARTEDI’ 28 OTTOBRE 

27 ottobre 2014

Info Autore

Paolo

Paolo Annoni pannoni@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto