Delitto di Paderno. Convalidati gli arresti

Tribunale
Arresto convalidato per Fabio Citterio e Tiziana Molteni, accusati di omicidio aggravato in concorso per la morte di Antonio Caroppa, ucciso giovedì scorso a Paderno d’Adda, nel Lecchese. La donna, 53 anni, ha confermato di essere stata presente al momento del delitto ma di non avere alcuna responsabilità. L’esito della prova dello “stub”, che dovrebbe chiarire chi ha sparato al carpentiere di 42 anni, non è ancora stato reso noto. Oggi dovrebbe essere effettuata l’autopsia sul corpo
della vittima. Ieri, Citterio e la cugina sono stati interrogati per la prima volta dal giudice per le indagini preliminari. Per entrambi è arrivata la conferma dell’arresto e della detenzione in carcere. «Tiziana Molteni ha risposto a tutte le domande – dice l’avvocato difensore della donna, Vito Zotti – Come avremo modo di dimostrare, la signora non ha nulla a che fare con il delitto. Era presente ma non ha avuto un ruolo attivo né sapeva prima cosa stesse per accadere. Abbiamo fissato un nuovo interrogatorio in carcere a Como venerdì prossimo alle 11 e confidiamo di chiarire la situazione».

Anna Campaniello

Nella foto:
Le case di Paderno d’Adda (Lecco) in cui si è consumato il delitto (Cardini)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.