Diffusione del Covid: nell’analisi settimanale Como ancora in «condizioni critiche»

Pronto soccorso Coronavirus

Pressione sugli ospedali di Asst Lariana e Covid: i numeri sono stabili nelle terapie intensive (10 letti occupati, tutti al Sant’Anna). I ricoverati nelle strutture dell’Asst sono 192, comprese le 4 persone in attesa ieri mattina al pronto soccorso di via Ravona e le 2 a Cantù. Sono 145 i letti occupati al Sant’Anna, 18 al Sant’Antonio Abate, 20 a Mariano e 3 in via Napoleona. In provincia di Como nella giornata di ieri, sono stati 60 i nuovi positivi registrati nel report quotidiano di Regione Lombardia. Ancora drammatica invece la situazione dei decessi, 6 i morti di Coronavirus in provincia sui 54 decessi a livello regionale.

Per quanto riguarda la diffusione del virus, la situazione non è omogenea in tutta la regione. Ieri si sono registrati picchi nella provincia di Brescia con 795 contagi e a Milano con 606. In generale diminuiscono i ricoverati nelle terapie intensive (-3) e nei reparti (-14). A fronte di 41.935 tamponi effettuati, sono 2.434 i nuovi positivi (5,8%). I guariti o dimessi sono 1.981.
Per quanto riguarda l’analisi settimanale dei numeri, Samuele Astuti, consigliere regionale del Pd e ricercatore della Liuc di Castellanza, crede vi sia da prestare attenzione ad alcuni indicatori. Nella settimana chiusa il 10 febbraio è cresciuto infatti il numero dei ricoverati, anche in terapia intensiva.

«Il piano vaccinale, che dovrebbe essere dispiegato con tutta la forza possibile, mostra ancora delle lacune che sono particolarmente gravi visto il contesto in cui ci troviamo» commenta Astuti. «Siamo consapevoli della complessità del sistema, ma appunto per questo il piano vaccini deve essere robusto e capace di assorbire l’unica variabile esogena: la disponibilità effettiva delle dosi di vaccino» aggiunge.

Considerando le ultime 4 settimane, i contagi a Como, Cremona, Lodi, Milano e Varese sono in diminuzione tra il 5% e il 20%, con un valore finale compreso tra l’80% e il 95% di quello rilevato un mese fa. «Particolarmente critiche» però, come spiega Astuti, sono proprio le condizioni «delle province di Brescia, Como e Mantova dove il valore settimanale risulta ancora superiore ai 140 casi ogni 100mila abitanti. Nelle province di Lecco, Lodi, Monza, Pavia, Sondrio e Varese questo valore rimane sopra i 100 casi settimanali, mentre nelle altre province scende sotto questa soglia» .

A livello regionale, il numero dei casi positivi settimanali è stato di 12.057, circa il 5% in più della settimana precedente (11.516) e praticamente lo stesso di quella ancora prima. I decessi settimanali sono in calo: 339, circa il 17% in meno della scorsa settimana, quando erano stati 408 (in quella precedente 446 e prima ancora 451). Non si scendeva sotto i 340 da novembre 2020.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.