Disperso sulla “Grignetta”: ricerche senza esito

altOre di angoscia per un 50enne di Guanzate

Le ricerche sono state sospese e la data in cui verranno riprese non è stata fissata. Anche se forse oggi si farà un ultimo tentativo ancora con i cani. Non c’è traccia del disperso di Guanzate, Luigi Sordelli, 50 anni, non rientrato nel rifugio “La Montanina” di cui è il gestore dopo una escursione sulla Grigna meridionale. La montagna è stata battuta palmo a palmo dalla mattina di ieri, alle 7, prima che la situazione tornasse a essere pericolosa in seguito all’alto numero di slavine e

di rischio di distaccamento. In azione sono entrati gli uomini del soccorso alpino con le sonde, ma anche i cani antivalanga e gli elicotteri. Alcuni soccorritori hanno percorso il tragitto dalla cima della “Grignetta” fino a dove si potevano vedere tracce del passaggio di alpinisti, ma del 50enne nessun segno. Il timore – a questo punto sempre più concreto – è che l’uomo di Guanzate possa essere finito sotto una delle ultime valanghe staccatesi la mattina di giovedì.
Il freddo intenso che nel frattempo è calato sulla montagna ha trasformato la neve in durissime lastre, dunque anche l’utilizzo delle sonde è ora impossibile.
Per questo le ricerche sono state sospese e non si sa quando potranno riprendere. A lanciare l’allarme, giovedì mattina intorno alle 7, erano stati alcuni operai che avevano raggiunto il rifugio gestito dal 50enne di Guanzate per effettuare dei lavori. Non trovandolo, è partita prima la segnalazione, poi le ricerche, fino a oggi senza esito.

M.Pv.

Nella foto:
Giornata di ricerche senza esito sulla Grigna meridionale

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.