«Disservizi inaccettabili sulla Como-Lecco». L’assessore regionale Terzi attacca Trenord

Un convoglio di Trenord

«Problema tecnico». Questa la giustificazione di Trenord per il disservizio di domenica sulla linea Como-Lecco. E così, nel giorno del debutto del sistema di trasporto potenziato per il Natale, in particolare per la Città dei Balocchi, 4 treni non sono mai partiti creando disagi ai viaggiatori infuriati. Davanti però alla laconica frase che risolve il tutto con un liberatorio “problema tecnico”, ritorna in mente la famosa “indisposizione” che in passato si metteva nelle giustificazioni a scuola. Ma che spesso, da presidi o professori solerti non era ritenuta sufficiente, perché troppo vaga, per essere riammessi in classe. Sarebbe infatti utile sapere di che natura sia stato questo inconveniente. Fosse solo per fugare le voci insistenti provenienti dai pendolari – che potrebbero anche essere di parte, visti i disagi quotidiani patiti – secondo i quali lo stesso personale in servizio sui treni avrebbe raccontato loro di non essere stati avvisati dall’azienda del potenziamento delle corse, poi soppresse per questo motivo.
Ma da Trenord, nonostante i vari tentativi, non sono arrivate altre spiegazioni. Se non, sul loro sito, un’affermazione che, viste le lamentele dei viaggiatori, potrebbe apparire stonata ovvero che il servizio offerto ha «premiato il treno quale miglior mezzo per raggiungere al minor costo l’eccezionale evento offerto dalla città di Como (il riferimento è alla Città dei Balocchi)». Nessun “disastro”, come invece denunciato dai pendolari della tratta Como-Lecco. Ammesso ovviamente che i treni partano e arrivino a destinazione. In questo caso infatti non si parla degli ormai tradizionali ritardi ma proprio della mancanza dei convogli sulla banchina.
Chi invece ha parlato, e in maniera molto chiara è stata l’assessore regionale a Infrastrutture, trasporti e mobilità Claudia Maria Terzi, arrivata la scorsa settimana in città proprio per illustrare il potenziamento del trasporto su rotaia previsto per il periodo natalizio. «I disservizi che si sono verificati domenica scorsa sulla Como-Lecco non sono accettabili. Regione, in accordo con il territorio, ha messo in campo sforzi per potenziare il servizio ferroviario in modo da agevolare l’afflusso di lombardi e turisti nel periodo della manifestazione. Sforzi che non devono essere vanificati. Trenord deve garantire il rispetto dell’offerta concordata facendo il possibile per limitare al massimo i disagi», ha detto l’assessore.
Chi ben conosce la situazione esistente sulla tratta Como – Lecco è il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, Raffaele Erba, che se ne occupa da tempo anche in vista di un suo potenziamento tramite l’elettrificazione della linea. «Solidarietà ai pendolari di Lecco per quanto accaduto e a tutti i viaggiatori lombardi per i continui disagi che devono subire – spiega Erba – È francamente inaccettabile. Giovedì prossimo ci sarà in Regione una seduta della commissione 5 (Territorio e infrastrutture), dove si discuterà anche di trasporto ferroviario e sarà l’occasione per cercare di avere spiegazioni sullo stato attuale del servizio».
Ieri, intanto, Regione Lombardia ha messo in campo 1,6 miliardi di euro per acquistare 176 treni nuovi «che inizieranno progressivamente a entrare in servizio dall’inizio del prossimo anno. Saranno distribuiti gradualmente in tutte le zone della Lombardia, con l’immissione sulle linee di due convogli al mese», ha detto l’assessore Terzi.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.