Disturbi sessuali: tra i comaschi che soffrono, la metà è under 30

1pillolaguarda il video

Alcol e droga, accompagnati da “pillole dell’amore” autoprescritte e acquistate su Internet. Ma anche ansia da prestazione e voglia di andare oltre, di trasformare la realtà nel set di un video hard. Un contesto che, sempre più spesso, trascina i giovani comaschi nel vortice dei disturbi sessuali, al punto che la metà dei pazienti degli ambulatori andrologici del Lario è under 30.

Difficile quantificare in modo reale il problema. «Il sommerso è tantissimo, in molti casi parlare dei disturbi sessuali è ancora un tabù – dice Giario Conti, direttore dell’unità operativa di urologia dell’azienda ospedaliera Sant’Anna – Negli ultimi cinque anni, sono quintuplicati i casi di persone al di sotto dei 30 anni che riferiscono di problemi di disfunzione erettile. La metà dei pazienti degli ambulatori di urologia ormai è rappresentata da giovani».
La notizia sul “Corriere di Como” in edicola mercoledì 1° ottobre

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.