Documenti falsi, denunciati due immigrati

Erano a bordo di un pullman

(a.cam.) Due immigrati originari della Somalia sono stati fermati dalle guardie di confine svizzere al valico di Brogeda mentre, in pullman, provavano ad attraversare la frontiera diretti verso la Germania. I giovani, tra i 19 e i 21 anni, hanno mostrato un documento apparentemente rilasciato da una Questura italiana, che si è rivelato però falso.

I due fermati erano in possesso di un permesso di soggiorno e di un titolo di viaggio per stranieri, apparentemente rilasciati dalle Questure di Roma e Caserta. Come previsto dalle procedure in vigore nell’ambito della cooperazione bilaterale tra Italia e Svizzera, le guardie di confine hanno coinvolto per gli accertamenti gli agenti della polizia di frontiera italiana. 

I poliziotti hanno subito verificato che i documenti mostrati dai somali erano falsi. Entrambi sono stati dunque rimandati in Italia. Gli agenti della polizia di frontiera hanno sequestrato tutti i documenti degli immigrati e hanno denunciato entrambi per possesso di documenti falsi. I respingimenti di extracomunitari che provano a raggiungere il Nord Europa dalla Svizzera sono in continuo aumento.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.