Cronaca

Documenti falsi per acquistare alcolici

In Canton Ticino
In Svizzera è terminata un’inchiesta relativa alla produzione, alla vendita e all’utilizzo di documenti falsi. Un 18enne e un 17enne, entrambi cittadini svizzeri e domiciliati nel Luganese – fa sapere la Polizia Cantonale – hanno contraffatto, tramite computer e un software di elaborazione di fotografie, delle carte di identità italiane poi rivendute a 40 franchi al pezzo (per un indebito profitto di circa 2.400 franchi) a studenti minorenni. I due sono stati denunciati alla Magistratura dei minorenni per falsità in certificati.

Sono stati inoltre identificati e denunciati 37 giovani che hanno acquistato e utilizzato i documenti falsi per accedere a locali pubblici e per acquistare alcolici. Sono state finora sequestrate 15 carte di identità italiane false.

 

31 Mag 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dic: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto