Dogana svizzera, attività in crescita

Il bilancio – Salgono introiti e violazioni
È tempo di bilanci per l’attività delle dogane commerciali del Canton Ticino. E, ad una prima analisi, emerge c he le statistiche del 2011 rivelano aumenti di tutti i numeri rispetto all’anno precedente. Più introiti, aumento delle infrazioni, delle multe e delle inchieste penali.
L’unico dato in discesa, ma in maniera minima, è quello dei camion transitati dai valichi commerciali del vicino Cantone: la diminuzione è stata infatti dell’1%.
Ciò che emerge, in sostanza, è che il traffico commerciale
non sta pagando la crisi. I numeri, come detto, parlano chiaro. Gli introiti totali delle dogane ticinesi nel 2011 sono stati 878 milioni di franchi (nel 2010 erano stati 841 milioni).
«Il nostro bilancio è positivo – ha detto Silvio Tognetti, direttore del 4° Circondario delle dogane elvetiche – con ottimi risultati di crescita».
In incremento, infatti, vi sono anche le pratiche che riguardano gli scambi commerciali di sdoganamento d’importazione (+2,9%) e di esportazione (ma di poco, +0,04%).
Altro dato rilevante, l’aumento delle inchieste penali, che sono state 299 (nel 2010 erano 226). Il motivo? Mancata dichiarazione dell’Iva in particolare per quanto riguarda gioielleria e alimentari. Le multe sono state poco più di 400mila franchi.
Molto intensi anche i controlli sui mezzi pesanti, da cui è emerso che un camion su 5 non risultava regolare secondo le leggi svizzere che regolano la circolazione stradale.
«Abbiamo trovato situazioni di rischio verificando con grande attenzione i mezzi – spiega ancora Tognetti – In questo caso, rispetto al 2010, c’è stato un aumento del 30%».
Da segnalare, infine, che in Svizzera si sta procedendo all’unificazione degli ispettorati doganali, sorte che toccherà agli uffici di Chiasso e Stabio.

Nella foto:
Code di camion al confine tra Italia e Svizzera. Numeri in aumento per le statistiche delle dogane commerciali ticinesi

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.