Pallanuoto, oggi Como-Catania per la serie A1

alt

Pallanuoto – Verso la “bella” dei playoff
Il presidente siciliano polemico: «Ingiuste accuse alla nostra piscina»

Una partita che diventa uno degli eventi sportivi più importanti dell’anno: l’appuntamento è fissato per oggi, sabato 13 luglio, alle 15 alla piscina di Muggiò.
In acqua Como e Catania, che si contendono il posto nella serie A1 di pallanuoto 2014. La gara di è la “bella”: dopo due sfide, infatti, il punteggio è di 1-1, con i lariani che hanno vinto, sabato scorso, per 13-9 a casa loro e i siciliani che hanno risposto (4-3) mercoledì nel match in Sicilia.
Per assegnare un posto in A1 occorre

dunque lo spareggio, che si gioca a Muggiò: un merito acquisito dopo che il Como ha chiuso al primo posto nella regular season nel girone Nord di serie A2.
Una gara a cui è atteso il pubblico delle grandi occasioni: non mancheranno anche supporter della formazione ospite, che dopo il successo in gara 2 si sono organizzati per non mancare alla sfida decisiva. Ci sarà sicuramente il “tutto esaurito”, con i sostenitori biancoazzurri pronti a spingere la loro squadra verso il sogno della promozione.
«In tutti i playoff abbiamo sempre avuto una bella cornice di pubblico – afferma Francesco Gaffuri, il capitano della Como Nuoto – e la cosa ci ha fatto sicuramente molto piacere. E sappiamo che anche domani sarà così».
«In questa partita decisiva conterà soprattutto l’aspetto mentale – aggiunge il giocatore biancoazzurro – Rispetto al match di mercoledì scorso a Catania noi dobbiamo essere più liberi. Eravamo troppo tesi, sentivamo la pressione e non siamo riusciti a giocare come sappiamo. Alla fine ci siamo bloccati».
Un aspetto che ha sottolineato anche il presidente Alessandro Dalle Donne, che nella gara in Sicilia ha ammesso di non aver visto la “sua” Como Nuoto. «Il presidente ha ragione – conclude – abbiamo pagato per la tanta tensione, cosa che può capitare quando una squadra è giovane come la nostra. Ma dovremo essere bravi ad andare oltre, a superare questa cosa e a cercare di vincere».
Ma il Catania certo non arriva sul Lario a fare da comparsa o da vittima sacrificale designata. Lo fa capire il suo grintoso presidente, Francesco Scuderi. «Finora non si è visto il vero Catania – dice – In queste due sfide con il Como non abbiamo avuto quella personalità che invece ci ha sempre caratterizzato e che mi auguro emerga in occasione della partita di oggi».
«Sono ottimista perché ho fiducia nella mia squadra – sostiene ancora il massimo dirigente rossoblù – che è abituata a giocare spareggi. E in questa occasione la pressione sarà tutta sulle spalle del Como, mentre noi saremo più tranquilli. La palla, dunque, passa ai nostri avversari».
In conclusione Scuderi tiene a chiarire, e lo fa con decisione, una questione sulla piscina di Catania. «Ho letto che da Como è stata messa in dubbio la regolarità del nostro impianto e sono state fatte una serie di contestazioni rispetto alla piscina in cui si è giocata gara 2 – dice il presidente degli Etnei – Tengo a dire si tratta di una struttura regolare, non solo, ma per noi è un gioiello, un fiore all’occhiello, e su questo fronte non posso non intervenire, perché ritengo queste informazioni sbagliate».

Massimo Moscardi

Nella foto:
Un timeout della Como Nuoto con coach Stefano Piccardo: oggi alle 15 si gioca a Muggiò la gara per la promozione

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.