Oggi l’addio alla piccola Aurora. E il giudice decide sull’arrestato

Interrogato al Bassone, ha risposto alle domande del giudice il 34enne arrestato per omicidio stradale per l’incidente costato la vita martedì scorso alla piccola Aurora Sigi. La bimba di 16 mesi sarà salutata per l’ultima volta oggi alle 15 nella chiesa di Alzate Brianza.

I legali dell’operaio arrestato hanno chiesto la scarcerazione e la decisione del gip è attesa oggi. È emerso che già nel 2008 l’uomo era stato fermato per un controllo stradale ed era risultato positivo al test dell’etilometro.

Fabio Pozzoli, 34 anni, è stato interrogato dal gip Ferdinando Buatier de Mongeot. L’uomo è assistito dai legali Marta Munafò e Giuseppe Del Campo. L’operaio canturino ha risposto alle domande del gip e avrebbe riconfermato quanto già detto nelle prime dichiarazioni spontanee rese dopo l’incidente, ovvero in particolare che non avrebbe visto la Y10 sulla quale viaggiava Aurora con i genitori.

Il pubblico ministero titolare dell’inchiesta, Antonio Nalesso, ha chiesto la convalida dell’arresto e la custodia cautelare in carcere. La difesa si è opposta. «Riteniamo che non ci siano le esigenze cautelari – ha confermato Giuseppe Del Campo – Abbiamo chiesto la liberazione o, in subordine, gli arresti domiciliari».

Maggiori particolari sul quotidiano in edicola e online sabato 6 maggio

Articoli correlati