Domenica, a Erba, il San Vincenzo festeggia Alberto Stucchi

Alberto Stucchi

Ventisette anni trascorsi dalla malattia, venticinque dal suo diploma. Alberto Stucchi, atleta paralimpico multisportivo erbese (handbike, basket, canottaggio, subacquea e paracadutismo) viene festeggiato domenica dalla “sua” scuola e dalla “sua” classe dell’Istituto San Vincenzo di Erba.

Alberto Stucchi, atleta di handbike
Alberto Stucchi, atleta di handbike

“Giornata dei Ricordi” il titolo dell’evento, documentato anche da diverse immagini degli anni Ottanta. Si parte domenica 19 maggio alle 10 con il ritrovo nella scuola di via Garibaldi, a Erba. La giornata prosegue con una messa e si chiuderà con un pranzo a Magreglio.
Con l’aiuto della presidente della cooperativa San Vincenzo, Franca Farina, dell’ex preside Caterina Croci e di alcuni docenti, tra i quali il professor Domenico Bellantone, di musica, saranno presenti una cinquantina di persone, tra i quali tanti ex compagni di Alberto Stucchi, tra loro anche due “Vip”, ovvero parlamentare Eugenio Zoffili e il sindaco di Magreglio, Danilo Bianchi.

“L’Istituto San Vincenzo è stato molto importante per me, per la mia formazione e per la mia vita – spiega Stucchi – Sono ancora molto legato a questa scuola e ai miei ex compagni, credo sarà l’occasione per vedersi ancora dopo tutti questi anni. Con gli amici parlerò anche di un mio progetto per ottobre, quando farò un nuovo salto con il paracadute”.

“L’Istituto San Vincenzo è un’istituzione formativa di ispirazione cattolica che, nelle sue sedi di Erba e Albese con Cassano, si propone di educare i giovani a diventare persone capaci di crescere in autonomia, nel rispetto degli altri, dell’ambiente e del mondo secondo i principi della tradizione cristiana” ricorda la presidente Franca Farina. “Alberto è stato compagno alle medie di uno dei miei figli – ricorda ancora – erano i primi anni della gestione diretta da parte della cooperativa, dopo che ci eravamo affiancati dal 1985 alle suore per mantenere viva questa scuola che rappresenta ancora oggi un’eccellenza”.

La “Gironata dei Ricordi” si aprirà alle 10 nell’istituto, alle 11 la messa nella cappella delle suore, alle 11.45 l’aperitivo, quindi la partenza per Magreglio per il pranzo al ristorante Magrej.

“Siamo tutti legati ad Alberto – spiega Caterina Croci, preside oggi in pensione – Non potevo mancare. Ricordo benissimo le sue classi. Alberto prima della malattia, il dramma che ha vissuto. Portavamo a turno i compagni di classe a trovarlo durante il ricovero al Sant’Anna. Gli parlavamo al telefono, da dietro un vetro. Volevamo stargli vicino. Come per tutti rimarrà sempre vivo il suo ritorno al San Vincenzo per diplomarsi. Sarà un bella festa” conclude Caterina Croci.

La “seconda vita” di Alberto “Albi” Stucchi, dalla scoperta della malattia alla sua rinascita in carrozzina, pronto ad affrontare qualsiasi sport e sfida nel lavoro è raccontata in questo articolo scritto in occasione dei suoi primi 25 anni della “seconda vita”. Clicca qui per leggerlo.

Ecco infine alcune foto recuperate da Stucchi della sua classe dei primi anni Ottanta.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.