Elezioni 2012

Domenica e lunedì chiamati alle urne 139.067 cittadini: ecco tutte le schede

scheda elettorale_smallIl prefetto di Como, Michele Tortora: “Meccanismo complicato. E’ possibile che le operazioni di scrutinio siano lunghe”

“Le operazioni di scrutinio saranno complicate. Ci aspettiamo che possano prolungarsi fino a notte fonda, soprattutto nel capoluogo”. Il prefetto di Como, Michele Tortora, mette in guardia in vista della imminente tornata elettorale che sul territorio provinciale coinvolgerà 14 Comuni. La macchina elettorale della Prefettura e dei Comuni coinvolti è avviata. Per il primo turno i 150 seggi del territorio saranno aperti domenica 6 maggio dalle 8 alle 22 e lunedì 7 maggio dalle 7 alle 15.

Complessivamente, gli elettori chiamati alle urne nel Comasco saranno 139.067. “In tutti i casi la scheda sarà unica – ricorda il prefetto – Sono state stampate 170mila schede, perché è prevista per ciascun Comune una specifica scorta, in parte lasciata al Comune stesso e in parte conservata in Prefettura”. Si vota a Como e in altri 13 Comuni della provincia: Appiano Gentile, Barni, Beregazzo con Figliaro, Brienno, Campione d’Italia, Cantù, Erba, Gera Lario, Guanzate, Novedrate, Orsenigo, Rodero e San Bartolomeo Val Cavargna. In città, così come a Cantù e a Erba – realtà con oltre 15mila abitanti – se nessuno tra i candidati otterrà la maggioranza assoluta dei voti validi i cittadini saranno chiamati nuovamente alle urne per il ballottaggio il 20 e 21 maggio prossimi.

Completata la procedura di nomina dei 150 presidenti di seggio e dei 600 scrutatori. I segretari sono scelti invece autonomamente dagli stessi presidenti. “Tutte le nomine sono state fatte e la macchina è partita regolarmente – assicura Michele Tortora – Il personale della Prefettura sarà a disposizione per l’intera durata delle operazioni di voto e di scrutinio”. Il numero record di candidati a Como e Cantù potrebbe allungare i tempi dello scrutinio. “Il numero di candidati e il meccanismo del possibile voto disgiunto, obiettivamente complicato, possono rendere difficoltosi i conteggi – sottolinea il prefetto di Como – È indubbiamente possibile che le operazioni di scrutinio siano lunghe. Speriamo, ovviamente, di non doverlo fare, ma siamo pronti a un’eventuale notte di lavoro. A tutti i presidenti di seggio e agli scrutatori raccomandiamo di procedere con la massima calma, di controllare ogni singolo passaggio e di non farsi prendere dal panico”. Per votare, ciascun avente diritto deve presentarsi al seggio di riferimento con la tessera elettorale e un documento di identità in corso di validità. “E’ bene controllare in anticipo di avere la tessera elettorale – ricorda ancora Michele Tortora – Chi l’avesse smarrita deve rivolgersi al proprio Comune. Gli uffici preposti saranno aperti per l’intera giornata domenica e lunedì fino alla chiusura delle urne e in qualsiasi momento sarà possibile chiedere il documento. È possibile accedere al seggio fino all’orario di chiusura e chiunque sia entrato entro le 22 domenica ed entro le 15 lunedì ha diritto al voto – conclude il prefetto – L’appello che rivolgo personalmente a tutti gli elettori, però, è di evitare di recarsi al seggio all’ultimo minuto in entrambe le giornate, ma piuttosto di andare per tempo, provvisti dei documenti necessari e senza attendere l’orario di chiusura”. (a.cam.)

A questo link tutti i fac simile delle schede dei comuni in cui si vota http://www.prefettura.it/como/contenuti/1422748.htm

3 maggio 2012

Info Autore

Mauro

Mauro Peverelli mpeverelli@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto