Doppia evasione in 24 ore: patteggia otto mesi

Polizia di Stato

Doppia evasione in poche ore. E se la prima volta la vicenda si era chiusa con una denuncia a piede libero, la seconda sono scattate le manette. Un ucraino residente a Como, 26 anni, già nei guai per l’accusa di furto aggravato, è stato processato per direttissima di fronte al giudice monocratico dove ha patteggiato la pena di 8 mesi senza la sospensione della pena.

Il ragazzo, come detto, già la sera prima era stato “pizzicato” fuori casa e, di fronte agli agenti di polizia che lo attendevano al ritorno, aveva detto di essere uscito per comprare le sigarette.

Scena che si è ripetuta solo 24 ore dopo, quando i poliziotti delle volanti se lo sono trovati nuovamente di fronte, fuori da dove avrebbe dovuto scontare i domiciliari, tra l’altro visibilmente alterato dall’alcol. Questa volta il giovane ucraino è stato ammanettato e portato in una cella di sicurezza in attesa del direttissimo che si è tenuto oggi in Tribunale a Como.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.