Dove vanno a finire i nostri rifiuti? Lo spiega l’esperto al Volta di Como

Como, Liceo Classico Volta

Sabato 16 novembre, l’ingegnere e docente del Politecnico di Milano, Mario Grosso, spiega agli studenti del Liceo Alessandro Volta di Como, quanto e come funziona davvero il riciclo degli scarti. L’incontro fa parte del ciclo nazionale La Scienza a Scuola 2019. La quinta edizione dell’iniziativa organizzata da Zanichelli porta oltre 50 ricercatori nei licei ed istituti di diverse regioni italiane per raccontare a studenti e insegnanti le storie di chi lavora alle frontiere della ricerca. Sono storie che comunicano passione per la scienza e danno idee su cosa sappiamo e su che cosa stiamo per scoprire in matematica, fisica, chimica, biologia e medicina con particolare attenzione agli obiettivi dell’Agenda 2030 dell’ONU.
Un tempo c’era solo la discarica. Oggi la filiera dei rifiuti parte prima e sempre più spesso, dopo la raccolta differenziata con i trattamenti biologici dell’umido, l’estrazione di ulteriori materiali riciclabili e il recupero dell’energia nei termovalorizzatori, in discarica non ci arriva proprio. Mario Grosso, Ingegnere per l’Ambiente e il Territorio e Dottore di Ricerca in Ingegneria Sanitaria, Professore Associato presso il Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale del Politecnico di Milano, condurrà i ragazzi del Liceo Classico e Scientifico Alessandro Volta di Como nel viaggio nel intorno al riciclo nell’incontro “Dove vanno a finire i nostri rifiuti”. Per capire cosa succede ai nostri rifiuti, partiamo dai problemi quotidiani di una famiglia che potrebbe essere la nostra – dove butto la carta di un cioccolatino che ha dentro del metallo? – e arriveremo a una panoramica su tutto il ciclo dei rifiuti: termovalorizzatore, discarica, fino al problema delle scorie radioattive. Ciò che buttiamo cambia nel tempo e non solo in quantità. Basta pensare agli scarti dell’elettronica, inesistenti fino a poco fa. Il miglior rifiuto è quello che non si produce, ma arriveremo mai a rifiuti zero? Forse no, ma possiamo prevenire la produzione di scarti con il design ecologico e l’aiuto della tecnologia. L’appuntamento fa parte del ciclo nazionale di 200 incontri “La scienza a Scuola” realizzati da Zanichelli in collaborazione con la rivista “Le Scienze”. Un tour didattico in cui 50 tra ricercatori, docenti, divulgatori e personalità del mondo scientifico incontreranno studenti e insegnanti degli istituti superiori e licei d’Italia per spiegare le ultime novità della Scienza, con particolare attenzione agli obiettivi dell’Agenda 2030 dell’ONU per lo Sviluppo Sostenibile. Gli incontri sono riservati agli studenti e ai docenti.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.