Droga al Setificio, sono 5 gli studenti indagati

altTredici invece i ragazzi segnalati alla Prefettura per possesso di stupefacenti
Cinque studenti indagati per spaccio e tredici segnalati al prefetto perché in possesso di droga.
È il bilancio del blitz effettuato venerdì scorso dalla guardia di finanza al Setificio. L’intervento era stato richiesto dal dirigente scolastico, che sospettava un commercio di stupefacenti all’interno della scuola di via Castelnuovo. I controlli della fiamme gialle sono iniziati su un autobus di alunni in partenza per una gita scolastica e sono poi proseguiti all’interno del plesso comasco.

Nell’operazione sono stati impegnati venti militari e quattro cani dell’unità cinofila del gruppo di Ponte Chiasso specializzati nella ricerca di droga. Complessivamente, gli uomini della guardia di finanza hanno sequestrato 62 grammi tra marijuana e hashish, strumenti per confezionare le dosi, un computer portatile, un tablet, quattro telefoni cellulari e oltre 500 euro in contanti.
Gli accertamenti si sono concentrati soprattutto su cinque studenti, alcuni dei quali minorenni, sospettati di vendere la droga ai compagni. I ragazzi sono indagati per spaccio di sostanze stupefacenti tipo marijuana. L’indagine è affidata alla Procura di Como e alla Procura della Repubblica dei minori di Milano. A questi si aggiungono poi anche 13 allievi (quattro under 18), tra i quali 3 ragazze, per i quali è scattata la segnalazione, a vario titolo, per possesso di stupefacenti.
Le indagini della guardia di finanza, coordinate dal sostituto procuratore Simone Pizzotti, proseguono per risalire ai fornitori delle sostanze stupefacenti. Le fiamme gialle inoltre, in accordo con il dirigente scolastico Roberto Peverelli, hanno già stabilito di effettuare alcuni incontri formativi sul tema della legalità per gli studenti dell’Istituto. Il preside, come annunciato già venerdì scorso, attende i dettagli delle indagini e ha già annunciato che prenderà poi provvedimenti disciplinari nei confronti degli studenti coinvolti.

Anna Campaniello

Nella foto:
Nell’operazione sono stati impegnati venti militari e quattro cani dell’unità cinofila del gruppo di Ponte Chiasso specializzati nella ricerca di droga

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.