Droga: boss, pronti a fare guerra

Il gruppo aveva a disposizione un vero arsenale

(ANSA) – ROMA, 14 GEN – "Facciamo una guerra, non c’è problema. Poi mettiamo i ‘pischelli’ a vendere la droga". E’ quanto afferma in una intercettazione Daniele Ferri, arrestato oggi dai carabinieri di Roma nell’ambito di una indagine della Dda che ha colpito una organizzazione di narcotrafficanti che gestiva alcune piazze di spaccio. Il gruppo, secondo quanto è emerso dalle indagini avviate nel 2017, aveva a disposizione un vero e proprio arsenale che utilizzava per minacciare gli altri gruppi criminali e per impossessarsi di zone di spaccio.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.