Droga, oltre 2mila tossicodipendenti Il prefetto: «Il fenomeno è serio»

Cocaina

«È innegabile che il fenomeno della droga sia presente seriamente nella provincia». Sono parole pronunciate dal prefetto di Como, Bruno Corda, nel corso di una recentissima conferenza stampa sui giardini a lago. Il prefetto aveva fatto eco al questore, Giuseppe De Angelis, che aveva risposto a una domanda sullo spaccio ai giardini e sul fatto che in Tribunale, a Como, da diverso tempo, vi siano circa due processi per direttissima per reati di droga ogni settimana. «Se il numero dei sequestri è alto, significa che l’attenzione è elevata e le forze dell’ordine presenti – aveva spiegato il questore – La situazione va alla rovescia rispetto ad altri reati. Purtroppo qui c’è grande domanda di droga da parte dei consumatori». In Prefettura arrivano anche tutte le segnalazioni degli assuntori, persone sorprese con modiche quantità di stupefacente. «C’è di tutto – ha spiegato Corda – dal ragazzino della Como bene al professionista».

E per fotografare meglio la situazione, ecco i dati del Sert (Servizio dipendenze) dell’Asst Lariana, che ha sede in via Cadorna a Como. I comaschi in cura per tossicodipendenza da droghe sono stati ben 2.163 nel corso del 2017. Poco meno di un quinto di questi, ovvero 436 persone, sono detenuti nel carcere del Bassone e seguiti quindi direttamente nella casa circondariale, gli altri 1.727 hanno invece nel la maggior parte dei casi una vita “normale”. A questi si deve naturalmente aggiungere il notevole sommerso, ovvero assuntori non ancora incappati in un qualsiasi tipo di controllo. Il Sert nel complesso ha in carico 2.806 pazienti con dipendenze patologiche. Elevato anche in numero degli alcolisti, sono 453 quelli seguiti (di cui 16 nella casa circondariale di Como); sono inoltre 144 le persone dipendenti da gioco d’azzardo patologico (20 al Bassone) e 61 i comaschi che vengono seguiti per la dipendenza dal tabacco.

Paolo Annoni

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.