Duce, già sparita la targa dei partigiani

Inaugurata sabato scorso, è già stata rubata la nuova targa voluta dall’Associazione Nazionale Partigiani a Giulino di Mezzegra, a poca distanza dal cancello di Villa Belmonte, dove vennero uccisi Benito Mussolini e Claretta Petacci.
Il cartello, sul quale era incisa la scritta: “Qui, alle ore 16.10 del 28 aprile 1945, fu eseguita la condanna a morte di Benito Mussolini. La Resistenza italiana pose così fine al regime fascista” è stata trafugata nella notte tra lunedì e martedì. Indagano i carabinieri della compagnia di Menaggio.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.