Due arresti e sequestro di 32 chili di cocaina a Inverigo

Due fratelli, cittadini albanesi, in manette e un maxi-sequestro di 32 chili di cocaina. E’ il risultato di un’operazione condotta dai finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Varese nella nostra provincia. I due arrestati avevano con sè anche 233.950 euro in contanti. Tutto è nato dal controllo di un’auto sospetta utilizzata dai due albanesi, senza occupazione e dediti al trasporto di sostanze stupefacenti precedentemente acquistate in Olanda. Le successive indagini delle fiamme gialle varesine hanno portato a un immobile nel comune di Inverigo dove gli arrestati abitavano e di un garage a loro riconducibile, utilizzato sia come magazzino sia come autorimessa per l’auto. Nel corso di una perquisizione in casa sono state trovate le chiavi di un secondo appartamento dove è stata scoperta all’interno di un armadio chiuso a chiave la cocaina già confezionata in 29 panetti e la somma di denaro contante, fascettata per importi di 10euro ciascuno. Nell’auto in uso ai due albanesi, una Opel Astra, c’era ulteriore denaro contante per 3mila euro in contanti, nascosto in un doppiofondo, accessibile con la rimozione del vano porta oggetti anteriore, dotato di serratura meccanica azionabile mediante l’utilizzo di un “ferretto” da inserire in un “microforo”. I due albanesi, un 33enne e un 31enne, sono stati arrestati e rinchiusi nel carcere del Bassone su disposizione del sostituto procuratore di turno di Como Maria Vittoria Isella.

Articoli correlati