Due arresti per spaccio ai giardini a lago

Carabinieri ai giardini a lago

Maxi-operazione di controllo del territorio in centro Como nello scorso fine settimana.  Numerosi i posti di controllo. Due ventenni cittadini extracomunitari originari del Gambia sono stati arrestati per produzione, traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti. Erano stati sorpresi a cedere dosi di marijuana a gruppi di ragazzi minorenni nel “parchetto rosso” accanto ai giardini al lago. I militari, dopo averli bloccati e perquisiti, gli hanno sequestrato oltre 200 euro, proventi dello spaccio, oltre che 7 grammi di marijuana e 12 di hashish nascosto sotto terra. Inoltre sono state denunciate 20 persone per guida in stato di ebbrezza; con 4 autovetture sono state sequestrate. Infine, in tre esercizi pubblici controllati sono state contestate violazioni inerenti l’occupazione abusiva di suolo pubblico, la mancanza della tabella dei giochi proibiti, il mancato rispetto dei requisiti generali di igiene, la violazione degli obblighi del datore di lavoro in termini di sicurezza e altri mancati adempimenti: denunciato il gestore di un bar, sospesa l’attività di un pub per la presenza di lavoratori in nero e irrogate sanzioni pecuniarie per oltre 60mila euro. Nelle operazioni sono stati impegnati oltre 60 carabinieri del Comando Provinciale di Como, del Nucleo carabinieri cinofili di Casate Novo con i cani per la ricerca di sostanze stupefacenti , del Nucleo ispettorato del lavoro di Como anche con ispettori civili, del Nucleo antisofisticazioni e sanità (Nas) di Milano, e di 10 unità della polizia locale.

 

 

 

Articoli correlati