Due giovani truffatrici in azione con la scusa delle polveri sottili. L’allerta dell’Ats Insubria
Cronaca

Due giovani truffatrici in azione con la scusa delle polveri sottili. L’allerta dell’Ats Insubria

Attenzione ai falsi incaricati dell’Asl che bussano alla porta per effettuare rilevazioni sulle polveri sottili presenti nell’aria. Si tratta di due giovani truffatrici tornate in azione nella zona del Gallaratese, dopo aver colpito anche nel Comasco. Le due donne mostrano tesserini intestati all’Asl, ma le vecchie Aziende sanitarie locali da un paio di anni non esistono più e sono state trasformate in Ats, Agenzie per la tutela della salute.

La segnalazione arriva dall’Ats dell’Insubria, che comprende 244 comuni delle province di Como e Varese.

«Nessun tecnico di Ats Insubria svolge attività porta a porta», precisa l’Agenzia per la tutela della salute.

«Sono state registrate alcune segnalazioni, nella zona del Gallaratese, relative a due giovani donne che mostrano un tesserino Asl e cercano di entrare nelle case di persone anziane in qualità di tecnici che verificano problematiche relative alle polveri sottili – si legge nella nota inviata dall’Ats – Si tratta di truffatrici: l’Asl, dal 1° gennaio 2016, si è trasformata in Ats Insubria e i tecnici dell’Agenzia non svolgono attività porta a porta».

Casi simili si erano verificati nella scorsa estate sia nel Comasco sia nel Varesotto. E in questi giorni l’allerta sulle due truffatrici delle polveri sottili è rimbalzata in diversi paesi della Bassa Comasca.

«Ats Insubria – conclude la nota – chiede ai cittadini di effettuare eventuali ulteriori segnalazioni anche alle autorità competenti».

 

26 gennaio 2018

Info Autore

Marcello Dubini

Marcello Dubini mdubini@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto