Due inediti di Carla Prina in Pinacoteca

Tesori lariani

La collezione della Pinacoteca Civica di Palazzo Volpi, in via Diaz 84 a Como, si arricchisce con due opere dell’artista Carla Prina donate da un privato.
L’acquisizione è di estremo interesse, poiché viene a colmare una storica lacuna presente nelle collezioni civiche. Pur avendo fatto parte degli Astrattisti comaschi, l’artista non era infatti finora rappresentata nelle sale ad essi dedicate.
Il primo dipinto è una piccola gouache su cartone degli anni Quaranta, fase fondamentale

per tutto il gruppo.
L’opera documenta inoltre un capitolo particolarmente significativo della ricerca della Prina, contrassegnato da influssi culturali di area europea e internazionale.
La seconda opera, che si colloca negli ultimi anni di vita della pittrice, è uno studio per composizione, realizzata a olio su tavola telata e documenta la particolare interpretazione data all’astrattismo comasco dalla Prina.
I due dipinti, prima di essere collocati nel percorso espositivo permanente, rimarranno in mostra nel salone della Pinacoteca di Palazzo Volpi sino a domenica 1° dicembre.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.