Due Locatelli in lista confondono il Comune: «I manifesti vanno rifatti»

Scambio di persona
Un marchiano errore compiuto dal Comune di Como fa infuriare la Lega Nord del capoluogo. E, soprattutto, rischia di penalizzare – almeno secondo i vertici padani – una candidata presente nella lista per Palazzo Cernezzi. È stata la stessa segreteria cittadina della Lega a dare la notizia dell’equivoco.
«In seguito alla pubblicazione, da parte del Comune, dei manifesti elettorali inerenti le liste dei candidati per il consiglio comunale – scrive il commissario cittadino del Carroccio, Gian
Paolo Pradella – sono stati riscontrati diversi errori che rischiano di penalizzare alcuni candidati della Lega».
«Il caso più eclatante – specifica Pradella – riguarda la dottoressa Amelia Locatelli in Vanotti, terza in lista, la quale ha visto attribuire il cognome del proprio marito, Alfredo Vanotti, a un’altra candidata, sempre della Lega Nord, sua omonima (Alessandra Locatelli, 17esima in lista)».
«Questo ed altri errori – prosegue il segretario cittadino dei padani – dovranno essere tempestivamente e opportunamente corretti dal Comune, visto che manca solo una settimana al voto, al fine di evitare di compromettere il diritto di elettorato passivo dei candidati». In sintesi, la Lega auspica «una pronta e doverosa rettifica da parte degli uffici preposti».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.