Due Oscar per la “prima” nel foyer di piazza Verdi Rossini decolla al Sociale

Dame e cavalieri in abiti eleganti, qualche smoking ma anche qualche vistosa rinuncia alla cravatta, simbolo del tessile comasco, ieri sera al Teatro Sociale. Dove è andato in scena il rito della “prima” della stagione avviata come di consueto dalla lirica.
E che debutto, una sfida con grandi attese: il Guglielmo Tell rossiniano, cimento registico e orchestrale, cavalcata musicale di tre ore e mezza messa in scena solo tre volte nel teatro comasco.
L’opera è stata salutata dalla consueta passerella di vip nel foyer addobbato da cesti di autunnali mele rosse: a fare gli onori di casa Claudio Bocchietti, presidente dei Palchettisti proprietari del teatro, e Fedora Sorrentino, presidente del Sociale AsLiCo. Due ospiti d’onore comaschi di fama mondiale ieri in passerella: Franca Squarciapino, costumista premio Oscar nel 1991 per Cyrano de Bergerac di Jean-Paul Rappeneau, e il marito Ezio Frigerio, scenografo stabile di Giorgio Strehler dal 1955 al 1997, e pure nominato all’Oscar per lo stesso film.
«Il Tell è un’opera complessa, firmarne la scenografia mi piacerebbe molto – ha detto Ezio Frigerio – La scelta del Sociale di ambientare tutta la storia dell’eroe svizzero nella testa di un bambino mi ha convinto, ne ho visto qualche assaggio durante le prove».
Nel parterre non sono mancati i critici musicali, come la penna del “Corriere della Sera” Gian Mario Benzing, il critico del “Giornale” Giovanni Gavazzeni e il critico rossiniano Giorgio Appollonia, voce celebre della radio della Svizzera italiana.
«Una serata speciale e ricca di fascino, sono emozionata» ha chiosato Simona Roveda, direttore editoriale e comunicazione di LifeGate. Fra le autorità che hanno voluto assistere alla prima operistica ieri sera il questore Giuseppe de Angelis, il prefetto Ignazio Coccia, il vicesindaco Adriano Caldara, l’assessore alla Cultura e al Turismo di Palazzo Cernezzi Carola Gentilini, la presidente del consiglio comunale Anna Veronelli e il colonnello Ciro Trentin, nuovo comandante provinciale dei carabinieri di Como,

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.