Due persone scomparse ritrovate nel Comasco

Sono un 35enne di Milano e un giovane del Triangolo Lariano
Ben due persone, che risultavano disperse dalla scorsa settimana, sono state ritrovate nelle ultime ore dagli uomini della Polizia stradale di Como e dai carabinieri di Asso
La stradale interviene a Laglio
Domenica, un sovrintendente della Stradale fuori servizio ha notato a Laglio, lungo la Regina, un’auto ferma ai lati della strada. Lo stesso mezzo avvistato anche la sera prima nello stesso punto. L’agente ha così contattato i colleghi chiedendo di verificare. Scrupolo quanto
mai giustificato, perché la pattuglia giunta sul posto ha potuto ritrovare un 35enne di Milano, in stato confusionale, che risultava disperso da un paio di giorni. L’uomo, che ha trascorso praticamente un giorno intero all’interno dell’auto, scendendo solo qualche secondo per fumare delle cicche trovate sul posto, è poi stato soccorso e accompagnato all’ospedale Sant’Anna, dove è stato sottoposto alle cure del caso e riaffidato ai genitori giunti nel frattempo sul posto da Milano. Le condizioni del 35enne sono comunque state giudicate buone.
Il 18enne di Asso torna a casa
Il secondo disperso, e ritrovato, è invece un ragazzo 18enne di Asso, da giorni allontanatosi da casa dopo aver litigato con i genitori. Il giovane non rispondeva più alle telefonate disperate di padre e madre, costringendo i parenti a denunciarne la scomparsa alla stazione dei carabinieri del paese. I militari dell’Arma si sono quindi messi alla caccia del 18enne, chiamando e sentendo tutti i suoi amici e cercando di stringere il cerchio attorno al disperso allontanatosi, tra l’altro, senza portafoglio né documenti di identità. Alla fine, è stato proprio il ragazzo – venuto a sapere dagli amici stessi che i carabinieri lo stavano cercando – a suonare al campanello della caserma di Asso, dove è stato poi trattenuto dai carabinieri che l’hanno convinto a far ritorno in famiglia. Per la gioia, ovviamente, dei suoi genitori.

Mauro Peverelli

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.