Due rapine in Svizzera, identificato un comasco

Un comasco identificato per due tentate rapine commesse in Svizzera, a Novazzano il 23 febbraio  e a Chiasso due giorni dopo. Dopo il primo arresto di un italiano nei giorni scorsi, la Polizia cantonale,   in collaborazione con i carabinieri di Como, ha identificato  il secondo presunto autore. Si tratta di un altro cittadino italiano di 28 anni, residente nella fascia di confine in provincia di Como. Con una rogatoria urgente è stata disposta la perquisizione domiciliare, effettuata dai Carabinieri di Como, che ha consentito il  ritrovamento dell’arma utilizzata e di altri elementi utili a fini dell’inchiesta, come spiega la Polizia cantonale nel suo comunicato. Il giovane, dopo l’intimazione dell’atto, così come da procedura italiana, è stato rimesso in libertà e la sua posizione processuale è al vaglio delle competenti autorità giudiziarie.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.