Due settimane per il referto di una Tac. Le scuse del Sant’Anna

La protesta di un cittadino
L’odissea di un paziente che ha segnalato in una lettera i ritardi della struttura di via Ravona
Due settimane di attesa per ottenere il referto di una Tac, peraltro urgente. È accaduto a un cittadino comasco che si è rivolto al Sant’Anna per un accertamento diagnostico prescrittogli dal medico. Ottenere l’esito dell’esame è stato una vera odissea.
«Il 25 gennaio scorso sono stato sottoposto a una Tac urgente in ospedale, al Sant’Anna – scrive il paziente, che ha segnalato il disguido anche al direttore generale della stessa azienda ospedaliera, Marco Onofri – In tale occasione
ho appreso che il ritiro degli esiti sarebbe stato possibile soltanto dopo 7 giorni lavorativi. Come se non bastasse, il giorno previsto per il ritiro mi è stato risposto che i miei esami non erano ancora pronti. Nessuna spiegazione, men che meno delle scuse. Insomma, tutto normale».
Una situazione che si è ripetuta anche nei giorni successivi. «Quando chiedevo di parlare con qualcuno che potesse sapere qualcosa dei miei esami – prosegue il paziente – mi veniva passato un numero telefonico che continuava a suonare a vuoto. A cosa è servita l’urgenza? È questa la normale prassi? A che serve una nuova struttura se non riesce nemmeno a consegnare una Tac dopo 14 giorni?». Dopo la denuncia del paziente, ieri è arrivata una risposta dai vertici dell’azienda ospedaliera Sant’Anna. Stando alla versione ufficiale di via Ravona, la Tac è stata fatta il primo febbraio e non il 25 gennaio. I referti sono arrivati comunque in ritardo. «Purtroppo si è verificato un disguido nella consegna allo sportello preposto alla distribuzione ai pazienti – fanno sapere dal Sant’Anna – L’esito è stato consegnato il 13 febbraio, data della segnalazione. Ci scusiamo del disagio sopportato dal paziente, che ringraziamo per averci contattato».
Da via Ravona arriva poi un invito a segnalare sempre eventuali disagi. «In ospedale – si legge nella nota del Sant’Anna – esiste un ufficio dedicato a rispondere al cittadino che si trovi in difficoltà o abbia necessità di informazioni, l’Ufficio Relazioni con il Pubblico (Urp). Il numero telefonico è 031.585.9788, la e-mail invece urp.como@hsacomo.org.

Anna Campaniello

Nella foto:
Al Sant’Anna sono state necessarie 2 settimane per il referto di una Tac

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.