Due webcam per tenere monitorato il viadotto dei Lavatoi

Il viadotto dei Lavatoi

Si torna a parlare del viadotto dei Lavatoi, non per l’inchiesta avviata dalla Procura di Como o per l’avvio di lavori e modifiche sui passaggi delle auto, bensì per una nuova determina pubblicata ieri sull’Albo pretorio di Palazzo Cernezzi a firma dell’ingegner Pierantonio Lorini.
Si tratta nello specifico di un impegno di spesa per poco più di 8mila euro per l’installazione e il noleggio del sistema di monitoraggio degli spostamenti delle campate dei viadotto. I tecnici avevano chiesto di verificare per due anni i movimenti delle strutture portanti del viadotto e disporre di un sistema di allarme in caso di scostamenti.
Lo scorso agosto era così stato deliberata l’installazione di quattro “datalogger” su tre pilastri del ponte. Sono strumenti sofisticati che rilevano anche la temperatura dell’aria. Sugli appoggi delle tre campate da monitorare sono stati invece collocati sei trasduttori di spostamento.
In novembre, il professor Pier Giorgio Malerba, che ha effettuato il primo studio sullo stato del viadotto, aveva chiesto una modifica del sistema di rilevamento, con monitoraggio wireless e cadenza ogni due ore.
Il nuovo sistema comprende anche due webcam per la trasmissione delle immagini. La modifica, subito recepita dal responsabile unico del procedimento, l’ingegnere Andrea Zuccalà, è stata girata alla ditta che aveva già fornito il primo sistema per un nuovo preventivo. Ieri la pubblicazione della determina per la variazione della spesa.
Il rinnovato sistema di monitoraggio viene considerato «un’attività prioritaria per la tutela degli utenti del viadotto». Sul fronte dei lavori e della possibile riapertura dell’opera ai mezzi pesanti si attende invece l’avvio della perizia disposta dal Tribunale. I due consulenti tecnici sono stati scelti dal giudice Anna Introini lo scorso aprile. Il primo sopralluogo dovrebbe essere il 14 maggio.
Paolo Annoni

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.