E Confcommercio attacca il governo

L’altro fronte
Sempre sul fronte liberalizzazioni, anche i commercianti vanno all’attacco del governo sulla totale deregolamentazione delle vendite straordinarie (promozioni, liquidazioni, saldi e vendite sottocosto).
«Questa liberalizzazione – ha detto Giansilvio Primavesi, presidente di Confcommercio – può creare problemi ai consumatori, che non saranno in grado di capire se un capo è scontato o meno. Oggi se un cliente vede un paio di scarpe a novembre a 100 euro, poi con i saldi a gennaio le paga 70, e sa quanto sconto ha avuto. Con la liberalizzazione delle vendite straordinarie il consumatore si troverà a che fare con una giungla di prezzi. È grave inoltre che il governo non abbia assolutamente contattato la categoria», aggiunge.
«I provvedimenti del governo sfiorano l’illegittimità – conclude Primavesi – le liberalizzazioni degli orari e delle vendite straordinarie non sono la soluzione per salvare l’Italia. Confcommercio vuole difendere anche gli interessi dei consumatori».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.