E’ gara a chi taglia di più tra sindaci e Acsm Agam

altPolitica e poltrone

I sindaci di Como e di Monza chiedono di ridurre al minimo le poltrone delle consociate di Acsm Agam, ma dalla ex municipalizzata, oggi società quotata in Borsa, replicano a stretto giro di posta che il dimagrimento di posti e prebende è iniziato da tempo. E senza che la politica ne avvertisse il bisogno.
La linea della spending review è ormai un dato di fatto. Nessuno si ostina a difendere posti e incarichi. Anzi, si fa a gara a promuovere il taglio di tutto ciò che sembra (o realmente è) superfluo.
Ieri pomeriggio, nelle redazioni è giunto un comunicato stampa con cui i sindaci di Como e di Monza, Mario Lucini e Roberto Scanagatti, oltre che il terzo socio pubblico di Acsm Agam, ovvero A2A, hanno fatto

sapere di aver «inviato una lettera al consiglio di amministrazione di Acsm Agam a breve chiamato a nominare i componenti degli organi di amministrazione e controllo delle società del gruppo, invitandolo a contenere i costi di funzionamento degli organi sociali e riducendo al minimo il numero dei consiglieri d’amministrazione».
Gli organi delle controllate in scadenza in primavera sono il cda e il collegio sindacale di Acsm Agam Reti Gas Acqua spa e di Comocalor spa e i consigli di amministrazione di Serenissima Gas spa ed Enerxenia spa.
Fulminea, come detto, la risposta di Umberto D’Alessandro, vicepresidente di Acsm Agam: «Quanto scritto nel comunicato dai due sindaci – dice D’Alessandro – coincide con l’azione che ho svolto come presidente nel mandato precedente e che continuo a svolgere adesso come vicepresidente. All’inizio del mio triennio di presidenza avevamo 9 controllate. Al termine del mio mandato si erano ridotte a 4 di cui una, la Arga, con un cda a zero compenso per i tre componenti. Abbiamo già ridotto di 14 unità i consiglieri di amministrazione e di 9 unità i sindaci, con un netto risparmio anche di costi».
Nessun problema, quindi, a tagliare ulteriormente nel prossimo passaggio.

Nella foto:
Umberto D’Alessandro (a sinistra) e Roberto Colombo, vice e presidente di Acsm Agam

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.