Cronaca

E’ gara a chi taglia di più tra sindaci e Acsm Agam

altPolitica e poltrone

I sindaci di Como e di Monza chiedono di ridurre al minimo le poltrone delle consociate di Acsm Agam, ma dalla ex municipalizzata, oggi società quotata in Borsa, replicano a stretto giro di posta che il dimagrimento di posti e prebende è iniziato da tempo. E senza che la politica ne avvertisse il bisogno.
La linea della spending review è ormai un dato di fatto. Nessuno si ostina a difendere posti e incarichi. Anzi, si fa a gara a promuovere il taglio di tutto ciò che sembra (o realmente è) superfluo.
Ieri pomeriggio, nelle redazioni è giunto un comunicato stampa con cui i sindaci di Como e di Monza, Mario Lucini e Roberto Scanagatti, oltre che il terzo socio pubblico di Acsm Agam, ovvero A2A, hanno fatto

sapere di aver «inviato una lettera al consiglio di amministrazione di Acsm Agam a breve chiamato a nominare i componenti degli organi di amministrazione e controllo delle società del gruppo, invitandolo a contenere i costi di funzionamento degli organi sociali e riducendo al minimo il numero dei consiglieri d’amministrazione».
Gli organi delle controllate in scadenza in primavera sono il cda e il collegio sindacale di Acsm Agam Reti Gas Acqua spa e di Comocalor spa e i consigli di amministrazione di Serenissima Gas spa ed Enerxenia spa.
Fulminea, come detto, la risposta di Umberto D’Alessandro, vicepresidente di Acsm Agam: «Quanto scritto nel comunicato dai due sindaci – dice D’Alessandro – coincide con l’azione che ho svolto come presidente nel mandato precedente e che continuo a svolgere adesso come vicepresidente. All’inizio del mio triennio di presidenza avevamo 9 controllate. Al termine del mio mandato si erano ridotte a 4 di cui una, la Arga, con un cda a zero compenso per i tre componenti. Abbiamo già ridotto di 14 unità i consiglieri di amministrazione e di 9 unità i sindaci, con un netto risparmio anche di costi».
Nessun problema, quindi, a tagliare ulteriormente nel prossimo passaggio.

Nella foto:
Umberto D’Alessandro (a sinistra) e Roberto Colombo, vice e presidente di Acsm Agam
9 marzo 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto