E il centro “cinguetta” con i rondoni artistici di Enrico Cazzaniga

Creativi in piazza
Nella lunga tradizione della “land art” ossia della creatività che vive di pitture, sculture o installazioni inserite in un paesaggio o in un contesto urbano, va ora aggiunta una nuova iniziativa tutta lariana. Como “cinguetta” a suon di rondoni. Non è dovuto al proliferare del social network Twitter sui telefonini e sui tablet dei lariani ma di una mostra itinerante. Stiamo parlando di “Up. Progetto di Arte pubblica” a cura del pittore e scultore comasco Enrico Cazzaniga, abbinato alla mostra didattica “I rondoni volano su Como” a cura della Lipu e dell’Accademia Santa Giuliana, in corso al Chiostrino di Sant’Eufemia in piazzolo Terragni, fino al 30 aprile.

Cazzaniga è intervenuto nelle vie del centro creando un percorso a cielo aperto con rondoni artistici che veleggiano sulle teste dei passanti, si appollaiano sulle antiche pietre dei palazzi. Il percorso tocca via Vitani, via Primo Tatti, via Felice Bonanomi e via Indipendenza, e porta comaschi e turisti sino al chiostrino. Mostra e percorso artistico sono un omaggio a questi uccelli migratori che hanno a Como una delle più popolose colonie europee.
L’installazione prevede rondoni creati dallo stesso Enrico Cazzaniga e da altri artisti, da studenti di scuole d’arte, da alunni delle scuole primarie, da bambini delle scuole materne comasche e da amanti della natura; il tutto con materiali di riciclo quali plastiche, cartoni, carte, tessuti, metalli e altro ancora.

Lorenzo Morandotti

Nella foto:
Sopra, alcuni rondoni del progetto di Enrico Cazzaniga in via Vitani. A destra, l’artista (Mv)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.