E il custode del Broletto scende in campo

alt

La proposta di un’installazione permanente

Un’installazione permanente nel salone al primo piano del Broletto, con proiezioni multimediali che raccontino la storia del palazzo, antica sede del Comune, in piazza Duomo. E la possibilità di accedere alla antica torre campanaria, al costo di appena 2 euro, per poter sostenere il peso economico dei necessari adeguamenti strutturali. La proposta viene da un disoccupato che vive a Como da sei anni, Francesco Addamo. Fino alla scorsa settimana per quasi un mese ha svolto la mansione di custode

della mostra d’arte contemporanea “Boston-Como” proprio al Broletto. E ora ha illustrato la proposta personalmente al sindaco di Como Mario Lucini lunedì scorso, che l’ha ricevuto nel suo ufficio a Palazzo Cernezzi. La proposta è stata protocollata. Per Addamo, sostituire con una struttura in ferro gli attuali e inadatti 127 gradini di legno che dividono il salone del Broletto dalla cima della torre, da cui si gode un’eccellente vista su Como, «costerebbe 20mila euro». E si è offerto di far da Cicerone ai visitatori del palazzo come ha fatto del resto durante la mostra “Boston-Como”.
Intanto il “Consorzio Como Turistica” ha precisato ieri che l’ipotesi più volte discussa nelle scorse settimane di realizzare un “Infopoint” proprio al Broletto, già lanciata dalla giunta Bruni nel 2010, è in realtà già storia: «Non è altro che il centro informazioni voluto per lanciare le iniziative del centenario dell’architetto razionalista Giuseppe Terragni, che venne insediato con un’apposita struttura proprio al Broletto e che anche noi contribuimmo a realizzare. Basterebbe adeguare alle esigenze attuali il progetto del 2004», dice il coordinatore del consorzio, Daniele Brunati.

Nella foto:
L’inaugurazione della mostra d’arte contemporanea “Boston-Como” nel salone del Broletto in piazza Duomo, il 18 luglio scorso (foto Mattia Vacca)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.