E il super-dirigente Lorini nel momento del bisogno manca

altIn vacanza in Val Pusteria
(e.c.) La nuova Ztl di Como riesce a stupire – forse non nel senso migliore del termine – anche fuori dalla Ztl stessa. Negli uffici del Comune di Como, per esempio. Dove, come noto, è attivo da anni il super-dirigente alla Mobilità, nonché “papà tecnico” della nuova zona a traffico limitato appena istituita in due “manches” (la prima, in piazza Roma, a metà febbraio; la seconda, in piazza Volta, dal 17 marzo scorso).

Ebbene, come molti sapranno, in questi giorni la giunta ha dovuto fronteggiare non poche polemiche in relazione ai due nuovi provvedimenti (l’intervista a destra, peraltro, ne è folgorante testimonianza). Con metodi magari discutibili, ma con indubbia coerenza, il sindaco Mario Lucini e l’assessore alla Viabilità, Daniela Gerosa, pur sfuggendo ogni contatto diretto con le decine di commercianti infuriati, hanno tirato diritto e hanno quindi vissuto giornate complicate tra piazze e stampa. Il tutto – era immaginabile almeno fino a poche ore fa – con il sostegno silenzioso ma presente, invisibile ma in prima linea, proprio del pilastro tecnico di tutta l’operazione. Appunto, il dirigente Pierantonio Lorini. 

 

Niente di più sbagliato.
Ieri, infatti, si è appreso che mentre intorno alla nuova Ztl infuriava la battaglia, il super-dirigente era in (super) vacanza. Val Pusteria, per l’esattezza. Dal 14 marzo (tre giorni prima del via alla “fase 2” della Ztl) fino alla prossima settimana. Nel momento clou delle proteste. Nel momento clou delle difficoltà per la giunta. I dirigenti, insomma, (non) si vedono nel momento del bisogno.

Nella foto:
Il super-dirigente alla Mobilità, Pierantonio Lorini, è in vacanza in Val Pusteria

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.