E’ morto Giuliano Bignasca, leader della Lega dei Ticinesi

bignabossi1Giuliano Bignasca, leader della Lega dei Ticinesi, è morto nella notte nella sua abitazione di Canobbio (Lugano). La notizia è giunta in mattinata nelle redazioni dei giornali. Le cause del decesso non sono ancora note, ma il leader politico dovrebbe essere stato colpito da un malore. Il “nano”, come era da sempre soprannominato, era nato a Lugano il 10 aprile del 1945.

Fondatore della Lega dei Ticinesi nei primi anni ’90, imprenditore edile assieme al fratello, Bignasca (nella foto con Umberto Bossi) era noto anche in Italia per le sue prese di posizione. Tra le più recenti e clamororse, quella di mettere una “Ecotassa” per i frontalieri, o l’annessione alla Svizzera delle province lombarde di confine, Como compresa. Senza dimenticare l’idea di realizzare un muro fra l’Italia e la Svizzera. Numerosi già in mattinata i messaggi di cordoglio, tra i quali è giunto dall’Italia anche quello del governatore lombardo   Roberto Maroni. Centinaia i messaggi sui social network in ricordo di un uomo che ha certamente contraddistinto, con le sue dichiarazioni dirompenti e le sue scelte, il dibattito politico oltreconfine degli ultimi vent’anni.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.